". Comunicati Gratis: Assicurazione mutuo: obbligatorie e facoltative

E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis

PiuFan E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis Comunicatistampa .Iscriviti subito è Gratis!
Si è verificato un errore nel gadget

Comunicati Gratis feed rss

venerdì 18 ottobre 2013

Assicurazione mutuo: obbligatorie e facoltative

Nell’acquisto della prima casa spesso ci si domanda se l’assicurazione sul mutuo stipulato si obbligatoria o meno. Questo dubbio sull’assicurazione mutuo è un aspetto che crea diversi dubbi soprattutto in un momento in cui il governo ha previsto diverse agevolazioni per incentivare l’acquisto della prima casa che infatti dal prossimo gennaio 2013 sarà molto più accessibile; sono state proposte dal governo nuove aliquote sia per la prima che per la seconda casa molto più vantaggiose rispetto al passato.

Rimane una notevole differenza fra le due tipologie di investimento, ma da gennaio per l'acquisto della prima casa le cose dovrebbero cambiare in meglio. L’assicurazione sul mutuo si pone come una garanzia che va a rafforzare la propria validità di contraente davanti alla banca che si assicura, in caso di determinati eventi, che l’assicurazione continuerà a pagare ai beneficiari designati quanto dovuto a titolo di mutuo in modo da mettersi al riparo dagli imprevisti della vita.

Quello che ci si domanda è l’obbligatorietà di questa assicurazione. Per quanto riguarda l’Italia, la legge prevede al momento l’obbligatorietà di stipulare solo la polizza contro incendio e scoppio mentre non vi è alcun obbligo di legge sulle altre tipologie di assicurazioni sulla casa. La polizza scoppio e incendio è l’unica obbligatoria per legge e offre copertura nel caso di perdita dell’immobile a seguito di incendio o esplosione. Esistono poi delle assicurazioni mutuo facoltative, che coprono eventuali danni al mutuatario, come morte, infermità o perdita del lavoro.

I vantaggi cmq di queste polizze sono innegabili perchè  vogliono tutelare la propria famiglia contro gli eventi della vita quotidiana che potrebbero rendere difficoltoso o addirittura impossibile il pagamento delle rate del mutuo: il rimborso del capitale residuo è sempre garantito in caso di decesso e invalidità totale permanente, pari o superiore al 60% e, per i non lavoratori, anche in caso di malattia grave.