". Comunicati Gratis: Business continuity Banche: le fasi

E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis

PiuFan E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis Comunicatistampa .Iscriviti subito è Gratis!
Si è verificato un errore nel gadget

Comunicati Gratis feed rss

martedì 26 novembre 2013

Business continuity Banche: le fasi

La Business Continuity delle banche diventa un tema di grande attenzione per le banche italiane con l’emanazione della normativa di Banca d’Italia nel 2004. Da allora è stato compiuto un lungo percorso di approfondimento ed evoluzione, che ci porta oggi a concentrarci prevalentemente su alcuni temi:
- La gestione della Business Continuity nel continuo
- L’integrazione fra Incident Management e Crisis Man
agement
- Il coordinamento con altre entità
- La continuità nella catena di fornitura
Il processo di manutenzione della Continuità Operativa è generalmente un processo distribuito che coinvolge, a vario titolo, diverse funzioni aziendali ma che è coordinato e supervisionato dal Responsabile della Continuità Operativa, come definito della Normativa di Banca d’Italia.
La gestione nel continuo dell’impianto della Continuità Operativa poggia sulla costruzione di un solido processo mirato a manutenere le soluzioni identificate, valutare opportunità di miglioramento, mantenere elevata l’attenzione attraverso test e formazione.

L’attività di aggiornamento della continuità operativa può essere schematizzata nei seguenti step:
- Rilevazione delle variazione: gestione dei cosiddetti driver di aggiornamento a carico del team di Business Continuity o dei Responsabili Operativi dei processi impattati, a seconda del modello organizzativo adottato.
- Analisi e valutazione degli impatti delle variazioni:Analisi di ciò che comporta il cambiamento avvenuto in termini di continuità operativa  (es. variazione nominativo di un referente ecc. ecc.)
- Valutazione delle opportunità / necessità di adeguamento: comprensione dell’impatto prodotto dal cambiamento sulle soluzioni di continuità operativa e quindi la definizione delle azioni per riallineare, se necessario, tali soluzioni.
- Aggionamento del piano: Fase operativa conclusiva che deve poter descrivere non solo la variazione avvenuta ma anche la nuova soluzione di continuità definita.
- Verifica del processo di manutenzione: L’insieme di azioni che occorre mettere in atto per verificare che il processo di manutenzione abbia raggiunto il proprio obiettivo, che gli elementi di variazione siano stati colti e, quindi, che il sistema di Business Continuity sia tempo per tempo attuale.