". Comunicati Gratis: Alla scoperta dei Nuovi Uffizi con la redazione di Firenzemadeintuscany

E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis

PiuFan E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis Comunicatistampa .Iscriviti subito è Gratis!
Si è verificato un errore nel gadget

Comunicati Gratis feed rss

martedì 11 febbraio 2014

Alla scoperta dei Nuovi Uffizi con la redazione di Firenzemadeintuscany

Presentate le 6 nuove sale espositive frutto del rinnovamento della Galleria degli Uffizi

cose da vedere a Firenze Gli Uffizi si ampliano e si rinnovano. La Redazione di Firenzemadeintuscany vi invita a visitarle e nel frattempo, vi offre un breve ma esauriente spaccato sulle novità più interessanti.

Sono state presentate ai media sei nuove sale espositive dedicate al Seicento fiorentino e realizzate nell'ambito dei lavori dei Nuovi Uffizi, situate al primo piano dell'edificio di Vasari (ala di levante, opposta a quella della Maniera moderna). I nuovi ambienti, portano la firma di artisti come Jacopo Chimenti detto L'Empoli, Giovanni Bilivert, Filippo Napoletano, Justus Suttermans, Francesco Furini, Carlo Dolci e altri.

Il processo di rinnovamento e di ampliamento della Galleria degli Uffizi, già in corso da tempo, si completa con i nuovi ambienti chiamati anche sale "gialle". Infatti, dopo la realizzazione delle "sale blu" dei pittori stranieri e di quelle "rosse" della Maniera moderna, le sale "gialle", dedicate alla pittura fiorentina del Seicento costituiscono una nuova tappa del progetto di ampliamento della Galleria Vasariana, intrapreso dieci anni fa.
Prima che le sei nuove sale fossero adeguatamente restaurate e dotate delle necessarie apparecchiature impiantistiche di climatizzazione, sicurezza e antintrusione, questi spazi erano utilizzati come depositi dell'Archivio di Stato, quindi come spazi per mostre temporanee.

Oggi le nuove sale degli Uffizi ospitano una selezione di 48 dipinti per 24 autori del Seicento fiorentino, ordinati in base ai soggetti: allegorie, nature morte, paesaggi, ritratti, pittura di storia con artisti come Jacopo Chimenti (detto L'Empoli), Giovanni Bilivert, Filippo Napoletano, Justus Suttermans, Francesco Furini, Carlo Dolci e altri.

Ma c'è di più. Il rinnovamento della Galleria degli Uffizi continua con il completamento dell'ala di Ponente e delle sei nuove "Sale della Maniera moderna". Il cantiere, che nei mesi più recenti ha interessato tutte le sale presenti nella cosiddetta "infilata", restituisce alla superficie del museo una serie di ambienti che vengono così utilizzati sia per l'esposizione della collezione permanente sia per le mostre temporanee.

Le nuove sale della Galleria sono perfettamente coerenti con il percorso ideale inaugurato un anno fa con le cosiddette "sale rosse" del Cinquecento, ed ospiteranno nell'ordine le opere di artisti attivi a Roma nella prima metà del Cinquecento (sala n. 68), di Correggio (n. 71), di Parmigianino (n. 74), di Giorgione e Sebastiano Del Piombo (n. 75), di Tiziano (n. 83), di pittori lombardi quali Moroni, Lotto, Savoldo (n. 88).