". Comunicati Gratis: Tutto quello che c’è da sapere sulla visita cardiologica

E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis

PiuFan E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis Comunicatistampa .Iscriviti subito è Gratis!
Si è verificato un errore nel gadget

Comunicati Gratis feed rss

martedì 27 maggio 2014

Tutto quello che c’è da sapere sulla visita cardiologica


Con i ritmi frenetici del lavoro e degli impegni familiari, lo stress è sempre in agguato. Perciò è bene tenere sotto controllo il nostro cuore, l’organo che può risentirne di più. I controlli al cuore vanno effettuati con una certa regolarità anche in soggetti sani poiché alcune patologie congenite possono essere asintomatiche e perciò non destare alcun sospetto.

Per chi intende effettuare una visita cardiologica a Roma, è bene sapere che la capitale offre diversi centri in cui è possibile sottoporsi ad esami approfonditi come:

Ecodoppler e eco color doppler. Sono delle ecografie che, attraverso l’analisi del suono, riescono a misurare le variazioni del flusso sanguigno. Il color doppler associa l’analisi dell’effetto doppler all’utilizzo di una colorazione per studiare il movimento e la direzione del flusso sanguigno. Queste tecniche sono entrambe non invasive.

TAC cardiaca. Questo esame, detto anche TAC coronarica, permette di acquisire, tramite immagini, delle sezioni del cuore in modo da analizzare l’anatomia delle coronarie. Tale esame si effettua nel caso in cui i risultati di altre analisi come scintigrafia o prova da sforzo abbiano avuto dei risultati ambigui o contrastanti.

RM cardiaca. La risonanza magnetica cardiaca è un esame che permette di analizzare in maniera molto approfondita la struttura del cuore e di tutte le sue componenti. Attraverso una serie di immagini in sequenza è possibile infatti avere un quadro completo della morfologia del cuore. Anche questa tecnica non è invasiva.

Oltre a questi esami strumentali esistono altri metodi per verificare lo stato di salute del nostro cuore come la “prova da sforzo” in cui si effettua un ecocardiogramma mentre il paziente è in una situazione di sforzo.

Questi sono solo alcuni dei metodi più utilizzati per valutare lo stato di salute del cuore. Rivolgetevi al centro più vicino a voi e chiedete maggiori informazioni: col cuore non si scherza.