". Comunicati Gratis: febbraio 2014

E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis

PiuFan E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis Comunicatistampa .Iscriviti subito è Gratis!
Si è verificato un errore nel gadget

Comunicati Gratis feed rss

venerdì 28 febbraio 2014

In Liguria si pagano le bollette più economiche d’Italia

Il 2013 è stato un anno in cui i liguri sono stati molto fortunati rispetto agli altri italiani e si sono trovati a pagare le bollette meno care del nostro Paese: luce e gas, insieme, sono costate alla famiglia media 1.230 euro, contro la media nazionale che è arrivata a 1.500. A fare i calcoli è stato Facile.it (http://www.facile.it/energia-luce-gas.html): il comparatore ha analizzato il consumo annuo dichiarato dai clienti del portale, scoprendo che la Liguria è la regione più economica in Italia per quanto riguarda i consumi. La provincia ligure che, in assoluto, ha fatto registrare i costi più alti è Savona (1.279 euro all’anno), mentre a Imperia, per pagare le bollette, si è speso meno che in ogni altra provincia della Regione con 1.153 euro medi annui.
Quanto costa il gas in Liguria
Come nel resto d’Italia, nel 2013 è stata la spesa relativa al gas quella ad avere un impatto maggiore sul budget familiare: 796 euro la media regionale, a cui i liguri hanno cercato di far fronte cambiando operatore nel 3,1% dei casi. I più fedeli sono stati i genovesi che hanno deciso di stipulare un nuovo contratto di fornitura elettrica solo nel 2,1% dei casi. Rispetto alla media nazionale che ha toccato i 990 euro, la spesa della Liguria è stata la più economica del Paese dopo quelle di Campania e Sicilia, complice probabilmente il clima mite dovuto alla presenza del mare. E questo vale per tutte e quattro le province: Savona è risultata la più cara per il gas con una media di 875 euro, mentre Imperia è quella più economica con 684 euro.
Quanto costa la luce ai liguri
Per quanto riguarda le spese sostenute dalle famiglie liguri per l’energia elettrica, la media è pari a 437 euro annui, anche in questo caso inferiore a quella nazionale che si è attestata a 500 euro. Pur pesando questa voce in misura minore, Facile.it registra una volontà di risparmio più decisa: la percentuale di famiglie liguri che hanno cambiato fornitore nel corso dell’anno è stata del 4,3%, ben inferiore al resto d’Italia dove si è scelto un nuovo operatore nel 6% dei casi. Per la luce si sono invertiti i ruoli: così Savona è risultata la provincia più economica (404 euro in media) e Imperia quella più costosa (469 euro). Inversamente proporzionali sono state le percentuali di famiglie che hanno cambiato fornitore: a Savona, nonostante i costi meno elevati, si è cambiato più che nel resto della Liguria (5,5%); mentre le famiglie di Imperia, che sono state quelle che hanno pagato bollette più care, hanno cambiato meno dei loro conterranei (3,4%).

Seduzione e impertubabilità


L’impertubabilità è una delle caratteristiche che non può assolutamente mancare ad un vero seduttore. L’impertubabilità è la capacità di restare indifferenti di fronte ad eventi o situazioni che normalmente suscitano emozioni nella maggioranza delle persone.
Leggi l'articolo intero su Miglioriamo il nostro benessere fisico e mentale!

giovedì 27 febbraio 2014

Mipel 2014: Cepi Pelletterie presenta prodotti nuovi e i grandi classici della pelletteria Made in Italy

L'arte della lavorazione della pelle vanta numerosi estimatori in ogni parte del mondo. Cepi Pelletterie si avvale esclusivamente di maestranze italiane per la realizzazione di accessori e borse in pelle che si distinguono per l'alta qualità e per il design esclusivo.

Porta iPad Cepi Pelletterie Dal 2 al 5 marzo 2014 Cepi Pelletterie sarà presente a Mipel, che si terrà a Milano presso la nuova fiera di Rho. I prodotti dell'azienda di Pianoro saranno esposti presso lo stand F11, collocato all'interno del padiglione 8.

Mipel è un evento importante per tutte le aziende che vogliono relazionarsi con buyers internazionali per ottenere una visibilità maggiore nel settore. In questo contesto saranno presenti aziende italiane ed estere che hanno fatto della pelletteria una vera e propria arte, offrendo soluzioni personali di grande impatto.

Cepi Pelletterie non poteva mancare all'appuntamento milanese, partecipando con proposte che incontreranno il gusto sia di chi ama le creazioni classiche di pelletteria, sia di chi cerca prodotti innovativi e pregiati. In tal senso, le novità esposte saranno diverse, a partire dalla nuova cartella di lavoro. Rendere fashion un prodotto simile non è stato facile, tuttavia l'azienda è riuscita a creare un connubio perfetto tra eleganza e funzionalità. In particolare, la cartella professionale è stata realizzata per poter trasportare in tutta sicurezza non solo documenti, ma anche il proprio notebook.

La tecnologia, lo sappiamo bene, ha fatto passi da gigante. Nel corso del tempo sono stati creati nuovi dispositivi come smartphone e tablet, che se da un lato semplificano la nostra vita, dall'altro non sempre sono agevoli da trasportare, per via della delicatezza dello schermo LCD e del vetro. Cepi Pelletterie, pertanto, ha pensato di sfruttare questo segmento di mercato proponendo porta cellulari e porta iPad realizzati in pelle, che si distinguono per le diverse lavorazioni e per le nuance di colori a disposizione, ma anche per la loro resistenza e perché consentono di conservare e trasportare con facilità iPhone e iPad.

La linea da viaggio rappresenta un altro punto di forza: Cepi Pelletterie, infatti, offre trolley morbidi e rigidi, borsoni, porta abiti con grucce interne, porta camicie e porta cravatte, ideali per chi viaggia per impegni di lavoro, oppure per piacere. Inoltre, sono presenti necessaire e beauty case per riporre le cose più piccole. I servizi da viaggio sono molto apprezzati per la qualità e per la resistenza dei tessuti, che consentono di trasportare i propri oggetti in tutta sicurezza.

Fiore all'occhiello dell'esposizione è il nuovo pellame di vacchetta pieno fiore, molto pregiato, a cui viene applicato un laminato in vari colori, dall'oro fino al classico nero. L'effetto finale è assolutamente notevole, dal momento che il prodotto appare metallizzato. Con questo nuovo pellame sono stati realizzati diversi articoli tra cui degli eleganti portagioie, che costituiranno i contenitori perfetti per i preziosi di ogni donna.

Oltre ai prodotti già citati non mancano i classici che hanno sempre contraddistinto la produzione di Cepi Pelletterie. L'azienda di Pianoro attraverso la partecipazione al Mipel mira a consolidare la propria posizione sul mercato, ampliando in questo modo la propria rete di contatti e mostrandosi, ancora una volta, ambasciatrice dell'eleganza e dello stile nella lavorazione di articoli artigianali in pelle.

Cepi Pelletterie
Via Garganelli 20
40065 Pianoro (BO)
info@cepipelletterie.com
Tel. (+39) 051 6516427
Fax (+39) 051 6516551

PLUGGER in tour: 27/2 Roma (Vicious Club), 14/3 Bologna(MuseumOfModernArt MAMBO). Il loro album è "This is not a Record (Sunrise Edition)"

PLUGGER in tour: 27/2 Roma (Vicious Club), 14/3 Bologna(MuseumOfModernArt MAMBO). Il loro album è "This is not a Record (Sunrise Edition)"

Il loro album di debutto, "This is not a Record (Sunrise Edition)" è appena uscito ed è stato segnalato con ottime recensioni della stampa musicale britannica e tedesca (intervista e recensione da 7.5 su Dj Mag Uk, ottima recensione su Faze). PLUGGER, collettivo europeo che sta rivoluzionando la musica elettronica, arriva in Italia per due date. La prima è prevista per il 27 febbraio 2015 a Roma, al Vicious Club, la seconda è invece in programma per il 14 marzo  al Museo d'Arte Moderna di Bologna. 

L'album "This is not a Record (Sunrise Edition)", il debutto di PLUGGER, è stato composto riciclando 386 canzoni di PinkFloyd, BeachBoys, LedZeppelin, RollingStones, JimiHendrix, EnnioMorricone, ACDC, BookerT&MGS... quali e quante canzoni riesci a riconoscere? _ _ _ Nessun altro suono esterno è stato aggiunto _ _ _ L'idea di PLUGGER è analizzare tutto il catalogo di un artista / band scegliendo alcune parti delle sue canzoni tratte dai suoi dischi, per poi ricombinarle in una composizione originale. Sezionando nota per nota e parola per parola ogni canzone di ogni disco, vengono ricostruite canzoni con testi e musica originali ma senza aggiungere nessun sono o voce esterna.

web plugger.dj 
twitter @pluggerofficial 
facebook pluggerofficial 
soundcloud pluggerofficial 
youtube pluggerofficial

Plugger live
27/02 Rome (Italy) @ViciousClub
14/03 Bologna (Italy) @MuseumOfModernArt MAMBO

La tracklist di "This is not a Record (Sunrise Edition)"

1) The Bang Bang Reprise (Plugging Ennio Morricone)
2) The Lunatic (Plugging Pink Floyd)
3) Waxoline (Plugging The Beach Boys)
4) We Are Dirty (Plugging ACDC)
5) Plug The Voodoo (Plugging Jimi Hendrix) 
6) Sweet666 (Plugging Led Zeppelin)
7) Youʼve Got To Get (Plugging The Rolling Stones) 
8) Bookerraaang (Plugging Booker T & The M.Gʼs)


>>_"PLUGGER è una novità che supera l'immobilità attuale del Rock"_ ENNIO MORRICONE

>> _"A thrilling unexpected ride (7,5/10)"
DJMAG U.K. feb 2014

>> _"So original but also so much fun (8/10)"
FAZE MAGAZINE jan 2014


>>_"Se tutto è stato già detto e già fatto, tanto vale cercare una nuova lingua, il PLUG,che sappia di Grado Zero, come un sillabario di un esperanto che nessuno ancora conosce, ma che è già nelle orecchie di tutti"_ GINO CASTALDO (La Repubblica)

>>_"il PLUG è la nuova frontiera, un nuovo genere musicale, una sorta di musica rinnovabile" IL MESSAGGERO

>>_"Il nuovo genere musicale presentato in Italia al museo Macro di Roma, REPUBBLICA.IT


from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░



from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


mercoledì 26 febbraio 2014

2L8LAB PingPong Colors... nuovi colori per il bracciale "tennis" per tutte/i!

2L8LAB PingPong Colors... nuovi colori per il bracciale "tennis" per tutte/i!

Nuova versione Colors per 2L8LAB PingPong, il bracciale più fresco e autoironico del mondo! 12 nuovi colori, letteralmente scintillanti! Quello che non ti aspetti e… ti colpisce! Ecco cos'è 2L8LAB PingPong Colors. Un bracciale 100% Made in Italy disegnato da 2L8LAB , una perfetta combinazione di eleganza e stile Pop! PingPong è leggero, colorato e ironico e ha un prezzo imbattibile, solo 15 €! 12 nuovi colori, tono su tono o nei riflessi dell'arcobaleno! Una semplice ma elegante fila di cristalli che diventa popolare, cool e democratica. Pazzi nuovi colori che si accendono in cristalli luminosi e chiusura magnetica, per una vestibilità sempre al top! PingPong viene presentato nel suo box in legno, un tocco naturale caldo e sempre diverso. Può essere la tua idea regalo vincente. Lo trovi nel tuo shop preferito oppure su shop.too2late.com (consegna gratuita, prezzo chiaro: € 15).



MEDIA INFO, UFFICIO STAMPA E FOTO HI RES

░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░
from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


martedì 25 febbraio 2014

Hotel Costez Cazzago (Bs): 28/2 Super Hero con Gianluca Motta; 1 & 4/3 Carnival Pig Party con Nz Dj + Space Dj, Brio Voice; 7/3 Giovi; 8/3 Benny Dj

Hotel Costez Cazzago (Bs): 28/2 Super Hero con Gianluca Motta; 1 & 4/3 Carnival Pig Party con Nz Dj + Space Dj, Brio Voice; 7/3 Giovi; 8/3 Benny Dj

HOTEL COSTEZ
via Pertini 2, Cazzago (Bs) A4: Rovato
info  3335227902
dalle 23, ogni venerdì sabato e prefestivi
ingresso sempre libero cons. facoltativa

C'è il super week end di Carnevale ma c'è anche quello dopo, che è come sempre scoppiettante. Il club, ovviamente, è l'Hotel Costez di Cazzago (Bs), la cui filosofia, semplice e vincente, continua ad essere il binomio party + ospiti al top. Come Gianluca Motta per esempio, che da queste parti si fa sentire spesso e il 28 febbraio torna a dar fuoco alla pista da ballo, magari vestito da Spiderman o Batman, visto che la serata si chiama Super Hero ed è un preludio perfetto di quella di Carnevale... Tornando a Motta, è un dj producer e remixer di origini bresciane che da anni gira il mondo grazie al successo dei suoi dischi e del suo sound, sempre energico e imprevedibile. A Carnevale l'Hotel Costez punta invece su Carnival Pig Party, due party due party allegri e pieni di ironia dedicati a Peppa Pig... Il primo va in scena l'1 marzo e vede in console il bravo Nz Dj, mentre il secondo prende vita il 4 marzo con l'insostituibili Space (dj) e Brio (voice). Banditi i musi lunghi, solo sorrisi e maschere divertenti... Entrambi i party sono in collaborazione con il Circus Beat Club di Brescia. Non vi basta? Vi diamo qualche anticipazione: ancora house di livello venerdì 7 marzo con Giovi e sabato 8 con Benny Dj, pilastri musicali del locale di Cazzago nonché vere garanzie in console... Ufficio stampa: www.lorenzotiezzi.it

░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░
from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


Valutare un’auto usata: ecco come fare


Le auto usate sono spesso la soluzione più conveniente per chi desidera acquistare un’auto a prezzi contenuti. Tuttavia è necessario tener contro di diversi parametri per non incorrere in truffe e raggiri al momento dell’acquisto di un’auto usata e per sapere qual è il suo valore sul mercato.

Su molti siti è possibile avere delle quotazioni dell’auto gratuite, ma quali sono i parametri realmente usati per la valutazione di auto usate? Per prima cosa bisogna effettuare una comparazione con modelli simili presenti sul mercato, in questo modo si può avere una prima impressione generale sulla situazione commerciale delle auto per quel modello.

Per avere una valutazione che sia il più possibile precisa bisogna tener conto di diversi fattori tra cui:

- Rapporto tra domanda e offerta. Questo è il criterio di base per ogni valutazione: se la domanda di quel veicolo è alta, il prezzo aumenterà, altrimenti diminuirà.

- Commerciabilità del veicolo. Si intende la percezione che l’auto ha avuto sul mercato alla sua uscita. Se non ha riscosso un grande successo, probabilmente sarà poco richiesta sul mercato dell’usato.

- Normative antinquinamento. I veicoli vecchi che non rispettano le moderne normative antinquinamento sono normalmente meno quotati ed hanno una tassa di proprietà maggiore rispetto ai veicoli meno inquinanti.

- Chilometri percorsi. Un’auto che ha percorso più km della media subirà un decremento nella valutazione. Per percorrenza media si intende 15000 km annui per le auto a benzina e 30000 km per quelle diesel.

- Condizioni del veicolo. La valutazione dell’auto sarà influenzata anche dalle condizioni generali del veicolo come: stato della carrozzeria, usura dei pneumatici, tappezzeria, ecc.

- Sinistri subiti. Come è facilmente intuibile, le auto che hanno subito sinistri sono meno quotate soprattutto se hanno subito danni alla carrozzeria o interventi maggiori.

Questi sono solo alcuni dei criteri di valutazione delle auto usate, ma servono ad avere un quadro generale della situazione. Altri parametri presi in considerazione sono: stato dei tagliandi di manutenzione, revisioni, classe del veicolo, tendenze del mercato, ecc.

Un workshop dedicato a Hospitality e Contract: Fas Italia c'è

Il minibar Colorfrost, le colonne attrezzate multifunzione e i minibar da parete sono alcune delle proposte che rappresenteranno Fas Italia al workshop dedicato a Hospitality e Contract il prossimo 6 marzo a Firenze.

minibarIl 6 marzo 2014, a Firenze, si terrà un workshop dedicato a Hospitality e Contract. Fas Italia, per l'occasione, incontrerà circa 350 architetti specializzati nel settore ricettivo, che svolgono il proprio lavoro sia in Italia che all'estero.

La manifestazione, in particolare, consentirà all'azienda di presentare un nuovo concept di prodotti di servizio all'ospite, fra cui spiccano i nuovi mobili e modelli di frigobar per albergo. Per gli imprenditori che operano nel settore dell'ospitalità è fondamentale avvalersi di professionisti esperti e specializzati nella creazione di spazi comuni e camere per i clienti. Organizzare gli ambienti interni di una struttura ricettiva, infatti, è compito tutt'altro che semplice. In più, dovendo seguire l'evoluzione dei bisogni degli ospiti, è necessario affidarsi ad aziende che sappiano offrire forniture alberghiere in grado di soddisfare qualsiasi esigenza.

Nel corso del tempo, da questo punto di vista, Fas Italia ha sempre lavorato per offrire a chi progetta gli spazi comuni e le camere d'albergo un'ampia gamma di prodotti da collocare nei diversi ambienti, in modo tale da offrire il massimo comfort e servizi utili.

Tra le proposte di design ad alto contenuto tecnologico spicca certamente il Colorfrost, un prodotto versatile, realizzato con materiali di alto livello qualitativo e soprattutto personalizzabile dal punto di vista del colore. Le previsioni di successo sono piuttosto positive, trattandosi di un articolo che va incontro alle esigenze di tutti gli architetti che possono aver bisogno di frigobar o di una cassaforte in tinta con i colori della camera.

Le colonne attrezzate multifunzione costituiscono la soluzione ideale per ottimizzare gli spazi nelle camere. La realizzazione di questo articolo è artigianale, per cui il cliente può personalizzare il prodotto come preferisce segnalando le specifiche in fase di progettazione. Le colonne attrezzate multifunzione, quindi, sono su misura, e nel loro interno possono essere inglobati minibar, casseforti, set bollitore, ripiani per libri, notebook, ma anche diffusori sonori e diffusori aromaterapici, che donano a ogni camera un'atmosfera particolare.

Per le strutture di lusso, invece, sarà esposto il minibar a parete. Quest'ultimo si presenta come un "quadro" al cui interno è inserito un apposito spazio per contenere una bottiglia di champagne e 2 calici. Come per gli altri minibar di Fas Italia, il punto di forza è rappresentato dalla possibilità di scegliere finiture moderne e classiche; inoltre, è possibile scegliere anche l'allestimento interno.

Fas Italia si dimostra ancora una volta una delle realtà più attive e vitali nel settore delle forniture alberghiere. Attraverso dinamismo e innovazione, l'azienda garantisce ai potenziali partner ottime basi sulle quali costruire un rapporto solido e duraturo.

FAS ITALIA
Il valore aggiunto per le strutture ricettive
www.fas-italia.it | www.impresahotel.it
Via Fabroni 54R 50134 Firenze
Tel. 055-470536
Fax 055-474345
mail info [at] fas-italia.it
fb www.facebook.com/FASItalia
yt www.youtube.com/user/FornitureAlberghi

Dopo il divorzio…torno a vivere con mamma e papà

Dimenticate i divorzi milionari, gli assegni a dieci zeri, le spartizioni di grandi patrimoni immobiliari: la separazione, per i comuni mortali, determina una situazione di difficoltà in cui uno degli elementi di attrito maggiore è la casa. A questo proposito, il portale Immobiliare.it rivela come ben 167.000 italiani divorziati, o attualmente in fase di divorzio, siano tornati a vivere con i propri genitori.
Il dato è solo la punta dell’iceberg di un’indagine più complessa realizzata per il portale dall’Istituto di ricerca Demoskopea cui Immobiliare.it ha chiesto di intervistare un campione rappresentativo dei circa 2.700.000 divorziati e separati italiani, per capire in primis cosa fosse successo alla casa coniugale, ma anche quale fosse la loro attuale situazione abitativa.
Ebbene, 2 divorziati su 3 non vivono più nella casa in cui abitavano da sposati che nel 43,4% dei casi resta al partner, ma meno di un terzo delle volte questi ha con sé i figli. Vivono ancora nella casa coniugale il 28,9% degli uomini separati e il 37,2% delle donne separate; oltre i cinque anni dalla fine del matrimonio occupa ancora la casa coniugale meno di un divorziato su 5 (19,2% degli intervistati).
Il primo anno dalla separazione è senza dubbio il più difficile anche da un punto di vista economico e, dall’indagine, emerge come entro i dodici mesi la maggior parte dei separati viva ancora nella casa coniugale (57,8%) – magari assieme all’ex partner – mentre un quarto del campione vada a vivere in affitto (26,6% fra chi è separato da meno di un anno) e più di 1 su 10 torni con la famiglia di origine (10,9%).
La percentuale generale di chi torna a casa da mamma e papà si assesta al 6,2%, senza alcuna distinzione di comportamento tra uomini e donne: in numeri, parliamo di 167.000 italiani che tornano a fare i figli svariati anni dopo l’uscita dal loro nucleo originario. Più che differenze di genere, si notano comportamenti diversi sia in base alla regione di appartenenza – la percentuale arriva addirittura al 7,6% se isoliamo le regioni del Sud Italia – sia in base all’età: tra i separati under 35, infatti, il 13,4% del campione è tornato a vivere con i genitori. Evidentemente, la giovane età non ha permesso di mettere via risparmi sufficienti per ricostruire un’autonomia abitativa e tornare con la famiglia di origine sembra essere una soluzione conveniente, soprattutto nel caso in cui non ci siano ancora dei figli che esigono “spazio”.
Va detto, ad ogni modo, che dopo 5 anni dalla fine del matrimonio continuano a vivere con la famiglia di origine solo 43.000 persone (3,3%): segno che il ricorso al supporto della famiglia, perlomeno per quanto riguarda l’ospitalità, resta momentaneo.

Il profilo del divorziato. L’analisi fatta da Demoskopea per Immobiliare.it è stata anche in grado di tracciare un profilo aggiornato di chi oggi si separa in Italia. Prima di tutto colpisce come siano numerosi i giovani divorziati - nel 24% dei casi chi è coinvolto nella fine di un matrimonio non ha ancora compiuto 35 anni – e come non esistano più distinzioni geografiche nelle separazioni italiane; il 27% dei separati o divorziati risiede nel Nord Ovest, il 23% nel Nord Est, il 25% nel Centro Italia e ancora il 25% nel Sud o nelle Isole; più di un terzo dei divorziati, invece, risiede nei grandi centri urbani (34% in comuni con più di 100.000 abitanti). Il dato più triste è quello che evidenzia come, nell’80% dei casi, le separazioni avvengano in famiglie con figli i quali, il più delle volte, non hanno ancora compiuto i 10 anni. 

Guarda (e ascolta!) Giulia Regain, dj producer testimonial Pioneer

Guarda (e ascolta!) Giulia Regain, dj producer testimonial Pioneer

Come si fa a sentire davvero l'energia di Giulia Regain? Non è male andare a sentirla live in un club, ma è anche possibile apprezzare la sua musica su You Tube. Quando è in console Giulia, che è testimonial ed ambassador Pioneer, si scatena e soprattutto fa scatenare il dancefloor come solo in pochi sanno fare. Brava, sexy, energica. Giulia Regain è semplicemente una forza della natura. Il suo nuovo singolo in free download su Soundcloud è CASANOVA (EDM REMIX). Se hai bisogno d'energia, Giulia Regain è quel che ci vuole. Sulla sua pagina You Tube ha appena pubblicato due video, uno che mette insieme il meglio di alcune sue performance, un altro relativo ad un dj set al Just Cavalli Milano... 

Guarda e balla Giulia Regain




foto e bio artista su www.lorenzotiezzi.it sezione Clienti

░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░
from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░



from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


Tutti in balia delle vibranti emozioni di Ox

Dopo la firma del contratto di management e promozione con ELFA Promotions, Ox è entrato ufficialmente nel roster 2014 con conseguente prossimo Tour radio da Marzo con appuntamenti live che di volta in volta creano forti emozioni per il suo pubblico sempre più numeroso.
Ox, Osmel Fabre è un cantautore, musicista e fotografo autodidatta. Ha iniziato a scrivere canzoni intorno ai 14 anni e dopo due anni di lezioni di chitarra classica ha deciso di dedicarsi alla chitarra acustica ritmica e canto.

Hangar 73 Orio al Serio (Bg): 28/2 Shary Band (cover) + dj set, 1/3 Carnival Party + dj set, 2/3 Mille Galassi Band (cover di Cesare Cremonini), 8/3 La Festa Della Donna con dj set e strip man

Hangar 73 Orio al Serio (Bg): 28/2 Shary Band (cover) + dj set, 1/3 Carnival Party + dj set, 2/3 Mille Galassi Band (cover di Cesare Cremonini), 8/3 La Festa Della Donna con dj set e strip man

Come di prassi, il weekend dell'Hangar 73 comincia già durante la settimana! Già il 26/2, come ogni mercoledì, dalle parti del circolo privato di Orio Al Serio (Bg) si inizia a far festa con la migliore musica latino americana di sempre: la serata si chiama Noche Latina e a far diventare tutti ballerini almeno per una notte ci pensano i maestri delle scuole di ballo Latin Space & Dance Project. Il 28/2 è poi la volta della Shary Band, una serata di sano divertimento con uno show collaudato alla riscoperta dei successi che ci hanno fatto ballare e sognare negli anni '60, '70, '80 e '90, segue il solito ottimo Steve Romei in console. L'1 marzo, per festeggiare come si deve il Carnevale, l'Hangar punta su un Carnival Party dove gli ingredienti sono, oltre alle maschere più colorate del mondo, la migliore musica dance e house di oggi e i classici Settanta, Ottanta e Novanta con Steve Romei & Gianluca Fassi in console. Mentre domenica 2 marzo c'è il canonico aperitivo & buffet delle 19 con la musica di Archi Dj, e dalle 21, poi, spazio Mille Galassie Band, che sul palco rende omaggio a Cesare Cremonini... Basta? Certo che no. La ciliegina sulla torta è "La festa della Donna" dell'8 marzo, un party in cui mentre i dj resident Steve Romei & Batman fanno sbizzarrire gli uomini tra dance e house e revival dance anni '90, le donne buttano un occhio e forse pure anche due ai 2 strip man chiamati per l'occasione... Ufficio stampa:www.lorenzotiezzi.it

Hangar 73
Discobar, Live Music, Ristorante, Pizzeria
Circolo privato, ingresso con tessera ENTES 
via Galilei 73 Orio Al Serio - Bg (zona Aeroporto) 
info 338 3000769 http://www.hangar73.it
Da mercoledì alla domenica dalle 19 alle 3, posteggio gratuito



from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


lunedì 24 febbraio 2014

Samsara Beach Gallipoli (Le), lo spot dell'estate 2014

Samsara Beach Gallipoli (Le), lo spot dell'estate 2014


Capita a volte di sentirsi un po' giù. C'è da lavorare, studiare, pagare le bollette, portare in giro il cane, il nonno, la fidanzata. Non sempre la vita può essere emozionante. Ecco il momento perfetto per godersi il nuovo spot dell'estate 2014 al Samsara Beach Club di Gallipoli (Le). La regia e le riprese sono di Daniele Pignatelli. Oddio, chiamarlo spot è un po' un'offesa visto che sono 6 minuti di video e di musica che farebbe saltare anche chi ha pochi istanti di vita. La spiaggia più movimentata del Salento e quindi del pianeta terra (universo compreso), dal 6 aprile balla a tempo della migliore house. Tra ragazze mozzafiato, ragazzi sorridenti, sabbia, mare cristallino, pescatori, top dj e grandi professionisti... al Samsara si balla. "Senza di voi non siamo niente e la vita senza la musica sarebbe un grande errore", dice all'inizio del video Fabio marzo, uno dei vocalist del Samsara.  "A quelli che hanno scelto questa vita, a tutti quelli che hanno scelto il Samsara Beach", conferma la voce di Luigi Abaterusso. Dal 6 aprile si balla. 


from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). hope your life is faboulous
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░


Guida alle principali associazioni umanitarie


Le associazioni umanitarie sono delle organizzazioni che hanno scopi filantropici e cioè che mirano a fornire aiuti a popolazioni in difficoltà, come quelle del terzo mondo. Alcune di queste sono specializzate in determinati settori come adozione di bambine, oppure contro le mutilazioni genitali femminili, o anche sostegno a persone disabili, associazioni di medici, ecc.

Alla base di queste organizzazioni vi è il principio di non lucrare e cioè di non fare dei guadagni veri e propri sui soldi che vengono donati alle associazioni.

Questo tipo di associazioni si dividono in governative e non governative o PVO e cioè “private volountary organization”.

Le prime hanno lo scopo di mettere in atto una collaborazione tra stati e per questo sono anche dette intergovernative. Un esempio conosciutissimo è l’ONU (Organizzazione delle nazioni unite), ma anche la FAO (Organizzazione per la nutrizione e l’agricoltura), l’UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia), l’UNCHR (agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati), ecc.

Le organizzazioni non governative, comunemente dette ONG, sono invece organizzazioni indipendenti dai governi e dalle loro politiche che non hanno fini di lucro. Questo tipo di organizzazione viene oggi chiamato anche con il nome di PVO e cioè “private volountary organization” perché sovvenzionate prevalentemente da privati.

Lo scopo di queste associazioni è di portare avanti degli ideali sociali che talvolta sono trascurati dai governi, come: assicurare il rispetto dei diritti umani, migliorare l’ambiente, diffondere la pace e la tolleranza nel mondo, e cosi via.

Le associazioni umanitarie non governative hanno spesso avuto il merito di portare all’attenzione dei governi e della comunità internazionale, problematiche sociali importanti, infatti questo termine fu menzionato per la prima volta dall’ONU nella sua Carta Costituzionale in cui afferma che il Consiglio Economico e Sociale, può consultare organizzazioni non governative interessate alle questioni che rientrano nella sua competenza.

Cosa fanno le Organizzazioni non governative


Le associazioni umanitarie sono delle organizzazioni che hanno scopi filantropici e cioè che mirano a fornire aiuti a popolazioni in difficoltà, come quelle del terzo mondo. Alcune di queste sono specializzate in determinati settori come adozione di bambine, oppure contro le mutilazioni genitali femminili, o anche sostegno a persone disabili, associazioni di medici, ecc.

Alla base di queste organizzazioni vi è il principio di non lucrare e cioè di non fare dei guadagni veri e propri sui soldi che vengono donati alle associazioni.

Questo tipo di associazioni si dividono in governative e non governative o PVO e cioè “private volountary organization”.

Le prime hanno lo scopo di mettere in atto una collaborazione tra stati e per questo sono anche dette intergovernative. Un esempio conosciutissimo è l’ONU (Organizzazione delle nazioni unite), ma anche la FAO (Organizzazione per la nutrizione e l’agricoltura), l’UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia), l’UNCHR (agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati), ecc.

Le organizzazioni non governative, comunemente dette ONG, sono invece organizzazioni indipendenti dai governi e dalle loro politiche che non hanno fini di lucro. Questo tipo di organizzazione viene oggi chiamato anche con il nome di PVO e cioè “private volountary organization” perché sovvenzionate prevalentemente da privati.

Lo scopo di queste associazioni è di portare avanti degli ideali sociali che talvolta sono trascurati dai governi, come: assicurare il rispetto dei diritti umani, migliorare l’ambiente, diffondere la pace e la tolleranza nel mondo, e cosi via.

Le associazioni umanitarie non governative hanno spesso avuto il merito di portare all’attenzione dei governi e della comunità internazionale, problematiche sociali importanti, infatti questo termine fu menzionato per la prima volta dall’ONU nella sua Carta Costituzionale in cui afferma che il Consiglio Economico e Sociale, può consultare organizzazioni non governative interessate alle questioni che rientrano nella sua competenza.