". Comunicati Gratis: 2015

E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis

PiuFan E' nato il sito gemello di Comunicati Gratis Comunicatistampa .Iscriviti subito è Gratis!
Si è verificato un errore nel gadget

Comunicati Gratis feed rss

mercoledì 30 dicembre 2015

MilanoTaxiOk.it: nuovo sito a misura di cliente

"Customer is the king" alla base del nuovo sito del principale operatore milanese nel settore delle auto di qualità con condcente.

MilanoTaxiOk nuovo sitoIl nuovo portale di MilanoTaxiOk.it è stato progettato e realizzato avendo ben chiare le esigenze degli utenti.

Il sito risulta subito semplice da consultare, con una qualità grafica piacevole ed elegante.

La novità di rilievo è costituita da un box con tre tab (Corsa, Carnet, Tratta fissa) che consente di avere a disposizione i tre servizi fondamentali offerti.
Il cliente potrà ottenere un preventivo online velocemente, compilando pochissimi campi che eviteranno future spiacevoli sorprese sui costi del servizio. Lo stesso modulo può essere utilizzato anche per le prenotazioni.

Incredibili le tariffe per gli aeroporti di Linate, Malepensa e Orio al Serio soprattutto se acquistati in carnet di 50 trasferimenti. Prezzi agevolati pensati per le medie-grosse aziende dove il servizio di qualità si associa al risparmio di tempo e denaro (si evitano anche i costi di parcheggio) rispetto all'utilizzo di un proprio mezzo.
Ora si potranno acquistare online, dopo la necessaria registrazione al portale.

MilanoTaxiOk.it: nuovo sito a misura di cliente!

Per prenotazioni telefoniche +39.02.98282247 24/24ore

MilanoTaxiOK S.A.S., Via Brunelleschi n.7 - 20098 San Giuliano Milanese
E-Mail info@MilanoTaxiOk.it

martedì 29 dicembre 2015

Addio cucina abitabile; nel 2011 la voleva il 57% degli italiani, oggi appena il 34%

Oltre che sull’abbigliamento, il make-up o le pettinature, i trend hanno una forte influenza anche sulle case, sulla loro struttura e perfino sul mercato e su come, al suo interno, si muovono gli acquirenti. Ad esempio, secondo uno studio di Immobiliare.it (http://www.immobiliare.it), il primo portale italiano di annunci immobiliari, anche in virtù del grande successo dei cooking show, è crollato il mito della cucina abitabile “nascosta” dal resto della casa: se nel 2011 era condizione indispensabile per il 57% degli italiani, oggi la vuole solo il 34% di chi cerca casa; il 43%, invece, pretende sia a vista e di design.
«L’acquirente è diventato un vero e proprio esperto» - dichiara Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Immobiliare.it - «e ben l’87% degli utenti del portale alla ricerca di un immobile scarica le planimetrie, proprio per studiare le soluzioni migliori per la cucina e tutti gli altri spazi.»
Quello legato alla cucina, infatti, non è l’unico cambiamento messo in luce dall’indagine di Immobiliare.it che ha evidenziato come il 37% degli annunci salvati dagli utenti si riferiscano a case costruite con planimetrie moderne, dove angoli ciechi, ad esempio, si trasformano in sontuose cabine armadio.
Facile spiegare il motivo di questo cambiamento; oggi, nelle grandi città metropolitane, l’elevato costo delle abitazioni ha portato i compratori ad avere nuove sensibilità ed attenzioni a come si sviluppa l’immobile. Si evitano case con ingressi e corridoi e si ricercano appartamenti dove un angolo buio, appunto, si trasforma evitando di occupare spazi vivibili. Ma potrebbe non trattarsi soltanto di una questione di praticità e risparmio: se si pensa al successo di serie televisive, come Sex and the City, è facile immaginare quanto possano aver influito sui desideri delle donne, ma non solo, le scene in cui la protagonista è intenta a scegliere gli abiti nell’immensa cabina armadio della sua casa.
Loft: da locali industriali a vere e proprie case
Anche quello dei loft può essere inquadrato come un trend immobiliare molto probabilmente ispirato dal cinema. Negli anni ’80 l’immaginario collettivo ha imparato ad associare a questo tipo di immobili figure iconiche come quella di Richard Gere in American Gigolò o Jennifer Beals, la ballerina di Flash Dance. Non è un caso che dal 1985 al 2000 siano stati riqualificati oltre 120.000 loft che dalla categoria di laboratori (C3 per il catasto) sono passati a quella delle abitazioni. Inoltre nel tempo il loro costo si è avvicinato a quello delle soluzioni residenziali e gli sconti per questo tipo di immobili alla fine degli anni ’90 non superavano il 10%. La maggiore consapevolezza degli acquirenti, insieme allo scemare del trend cinematografico, ha portato oggi a essere meno interessati a soluzioni abitative come i loft per le quali non è possibile, fra l’altro, ottenere un mutuo prima casa: è proprio per questo che la percentuale di sconto rispetto agli immobili residenziali equivalenti è salita a circa il 25%.
Villette nell’hinterland: fine del modello Happy Days
Serie Tv come Happy Days o la Famiglia Bradford, negli anni ’70, avevano portato molte famiglie a lasciare le città per vivere nell’hinterland e costruirsi una villetta monofamiliare con un piccolo giardinetto. Questo modello, però, pare essere definitivamente tramontato; prendendo come riferimento l’hinterland dei primi dieci capoluoghi italiani, dove il trend è stato più forte, lo studio di Immobiliare.it ha evidenziato come le ricerche di questo genere di abitazioni si siano ridotte del 37% nei dieci anni dal 2005 al 2015. Con la domanda, ovviamente, è calato anche il prezzo di vendita: sulla scia della crisi del mercato immobiliare, la discesa nel decennio è stata pari a circa il 40%. 

Le tendenze, è evidente, valgono anche nel mondo del mattone.

9/1/2016 Le Donatella (dj set) @ Made Club Como

9/1/2016 Le Donatella (dj set) @ Made Club Como


Made Club
Via S. Abbondio, 7 - Como (Italia)
+39 031 268356 
+39 338 7092147
+39 3925763171
+39 3938008071

Dopo un Capodanno d'eccellenza, il Made Club di Como continua il 2016 con i fuochi d'artificio. Il prossimo 9 gennaio 2016 protagoniste della console sono infatti Le Donatella. Brave, divertenti e anche molto sexy, Giulia e Silvia Provvedi, questo il loro nome all'anagrafe, portano allegria ed energia in ogni festa. E oltre a cantare, sanno intrattenere anche in console. Il party in questione, infatti, le vede impegnate in un dj set, in cui non mancherà sicuramente il loro ultimo singolo "Baby Bastard Inside", un pezzo pop elettronico tutto da ballare e da cantare, che, in fatto di carica ritmica, ha davvero poco da invidiare alle hit blasonate di formazioni come Icona Pop... Ingresso 18 euro con un drink compreso, 15 euro con drink se in lista entro le 00.30.


Evento Facebook:


Le Donatella 

Made Club
Via S. Abbondio, 7 - Como (Italia)
+39 031 268356 
+39 338 7092147
+39 3925763171
+39 3938008071

BIOGRAFIA LE DONATELLA
Le gemelle Giulia e Silvia Provvedi, in arte Donatella, sono identiche ma diversissime. A distinguerle non è solo il colore dei capelli ma soprattutto il carattere, opposto e complementare. Portano entrambe la forza del loro legame sulla pelle, con il tatuaggio You make me rise when I fall. Da piccole il loro gioco preferito era travestirsi e cantare a squarciagola nella loro mansarda, crescendo si sono rese conto di quanto fosse indispensabile per loro raccontarsi attraverso la musica. Pur avendo caratteri e interessi molto diversi sono sempre state unite da un grande sogno: diventare delle pop-star! Nel 2012, all'insaputa di Giulia, Silvia le iscrive ai casting di X-Factor 6. Abituate a seguire sempre il loro istinto, anche in questo caso hanno fatto la scelta giusta.  Si presentano alle audizioni come Provs Destination. Colpisono i giudici con il loro look, la loro esuberanza e naturalmente il talento. Sotto la guida di Arisa nascono le Donatella, che per il pubblico sono state la vera grande rivelazione del programma. Interpreti di un pop di matrice elettronica, solido e raffinato, assemblato con precisione, le Donatella sono viste da molti come una promessa e un talento da valorizzare fino in fondo, non solo in Italia. Primo fra tutti a credere in loro è stato Max Moroldo che, insieme a Gianni Bini, produce nel 2013 per Sony Music Entertainment il loro primo album Unpredictable. Tre i singoli lanciati: Fooled Again, Magic, Love Comes Quickly. Fooled Again è un brano pop-elettronico dalle forti contaminazioni anni '80, dove i synth la fanno da padroni. Scritto e composto dallo stesso Gianni Bini e Christian Lindemann, si abbina perfettamente allo stile canoro e all'immagine delle due ragazze: dolce ma deciso, melodico ma triste, elettronico ma pop, rètro ma alla moda, tradizionale ma allo stesso tempo innovativo. Magic e Love Comes Quickly (cover di un brano dei Pet Shop Boys) confermano il percorso artistico in perfetto stile 80's. Unpredictable ha rapidamente scalato la classifica Dance di iTunes, arrivando a toccare la posizione numero uno. Fooled Again, ha raggiunto il 13° posto nella classifica generale di vendita di iTunes Italia. Il 2013 è per le Donatella un anno di fuoco che vede alla ribalta in ambito musicale - oltre che per la partecipazione a X-Factor, per l'album di inediti Unpredictable - ma non solo. Nell'estate 2013 hanno partecipato alla campagna virale per Maxibon (Spagna e Italia), interpretando a fianco di "sua maestà" Juan Magan il brano Mal de Amores, da cui è nato anche un flash mob registato a Madrid il 19 giugno. Il 19 settembre 2014 esce il singolo Scarpe Diem (che su Youtube ha raggiunto le 553.000 visualizzazioni*), un brano cantato in italiano che apre un nuovo capitolo nella loro produzione musicale. Scarpe Diem nasce da una collaborazione con i Two Fingerz e Fred De Palma, che racconta: "La collaborazione è nata in maniera molto spontanea: appena ho sentito Scarpe Diem ho subito voluto partecipare al progetto. Le Donatella sono una ventata d'aria fresca nel panorama della musica italiana, credo saranno il progetto più interessante del 2015".  Nel 2015 partecipano e vincono il programma L'Isola dei Famosi (Canale 5, gennaio-marzo 215, conduce Alessia Marcuzzi) con Mara Venier e Alfonso Signorini, regia di Roberto Cenci. È la prima edizione targata Mediaset che registra un record di ascolti assoluto. Dopo 8 settimane di permanenza in un piccolo arcipelago in Honduras, le Donatella trionfano a sorpresa all'Isola dei famosi: non erano le più famose (tra gli altri 15 concorrenti Valerio Scanu, Rocco Siffredi, Pierluigi Diaco, Melissa P, Cathrine Spaak, Cecilia Rodriguez, Patrizio Oliva), ma il pubblico le ha elette amazzoni ufficiali di questa edizione, portandole alla vittoria con un uragano di voti. Le Donatella sono note per la loro curiosità, la passione per la moda, l'allegra stravaganza e la freschezza che si traducono in look divertenti, sperimentali, eccentrici. Normale quindi che abbiano attirato l'attenzione della moda e del fashion living. I loro profili social sono seguitissimi e loro sono sempre sotto i riflettori, attente osservatrici e appassionate del mondo che le circonda. I fan le hanno incoronate regine del web grazie al seguito che scatenano sui loro canali social: Instagram, Twitter, Facebook, Youtube, una community di 420.000 follower che cresce costantemente al grido di #WESTAYDONATELLA! L'8 maggio esce DONATELLA feat. Rettore, una rivisitazione moderna in chiave dance del famoso brano del 1981, che Giulia e Silvia hanno sempre amato moltissimo per la sua ironia e sregolatezza.

///////////// ///////////// ///////////// ///////////// /////////////
from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). check our clubbing blog www.alladiscoteca.com
///////////// ///////////// ///////////// ///////////// /////////////

lunedì 28 dicembre 2015

5/1/16 Ben Klock, Mano Le Tough @ Bolgia Bergamo Epiphany Event


5/1/16 Ben Klock, Mano Le Tough @ Bolgia Bergamo Epiphany Event

Sono anni che al Bolgia di Bergamo la notte che precede l'Epifania si balla forte. Si sono succeduti decine di top dj, ognuno col loro sound, ognuno con la sua diversa visione dell'elettronica. Martedì 5 gennaio 2016 è la volta di Ben Klock e Mano Le Tough, due grandi protagonisti del clubbing internazionale a livello underground. Resident al mitico Berghain di Berlino sin dal 2004 e berlinese purosangue, Ben Klock rappresenta come pochi nel mondo il sound techno della sua città ed è una delle pochi veri punti di riferimento di questo genere musicale. In carriera ha remixato brani di artisti come Kerri Chandler e Depeche Mode e contribuito a creare il successo di label come Ostgut Ton e Klockworks. Mano Le Tough aka Niall Mannion è invece irlandese  ma anche lui suona ogni mese a Berlino, anzi organizza con The Drifter Loftus Hall l'evento Passion Beat. Subito dopo aver fatto ballare il Bolgia, vola a Playa del Carme in Messico per il Bpm Festival. Con loro in main room Alex Rubino, Chris, Nicholas e Luca Fioretti. Voice Manuel Shock. In Room 2 va in scena il progetto Km 0. 

Facebook Event

Prevendite

• Acquista/Buy on RND: bit.ly/Bolgia050116
• Acquista/Buy on Facebook: bit.ly/BolgiaFacebook
• Acquista/Buy on Smartphone: bit.ly/BolgiaSmartphone

Bolgia djs from the world
via Vaccarezza 9 Osio Sopra - BG, Italy info 3383624803 www.bolgia.it info@bolgia.itwww.facebook.com/bolgiaofficial
In auto: A4 uscita Dalmine (20 minuti da Milano)
In treno: navetta a/r gratuita dalla stazione di Verdello







///////////// ///////////// ///////////// ///////////// /////////////
from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). check our clubbing blog www.alladiscoteca.com
///////////// ///////////// ///////////// ///////////// /////////////

domenica 27 dicembre 2015

Veglione 2016 a Tropea

Stai cercando un'idea per il Capodanno 2016 in Calabria? Vuoi aspettare la mezzanotte e poi festeggiare in grande l'arrivo del nuovo anno? Festeggia il capodanno con noi all'Hotel Sunshine di Ricadi (VV): in compagnia del Lady of The Night Band con Sonia Addario, talento vocale che ha partecipato alla prima edizione di X-Factor, Vincitrice Festival Show Arena di Verona e collaborazioni con grandi arstiti del pop italiano, una voce di grande espressività e talento riconosciuto dai grandi della musica italiana, Tarcisio Molinaro, percussionista di fama e caratura nazionale e dalle molteplici collaborazioni dalla musica classica al pop, passando per il Jazz, Andrea Forte, trombettista, cantante e polistrumentista che collabora stabilmente in numerose formazioni di musica live e Andrea Infusino, talento chitarristico emergente di Jazz e Pop. lady-logo
Festeggia con noi, la bellissima musica ti accompagnerà sul finire del 2015 verso uno strepitoso e gioioso anno nuovo: il 2016 non potrebbe aprirsi meglio con la qualità e le eccellenze del Sunshine Hotel 4 stelle e dell'intrattenimento con Fabian Grutt, Sergio Giuffrida e Mago Mancini, cabarettisti televisivi di fama nazionale direttamente dai programmi tv quali Colorado e MadeInSud. Il Sunshine Hotel vanta un programma esclusivo e di grande qualità: non meno importanti i riconoscimenti dei clienti e degli operatori del settore. I punti di forza sono la qualità del servizio, delle attrezzature, che vanno dalla raffinata ed elegante SPA, centro benessere e palestra, alle sale ricevimento e prestigiose sale convegni, e della struttura e, non meno importante, il riconoscimento dei clienti con 4.5 stelle su TripAdvisor e insignito nel 2012 del "Traveller's Choice", rientrando nelle migliori 25 SPA d'Italia secondi gli utenti del celeberrimo sito web internazionale di consigli di viaggio. I menu esclusivo dei grandi chef è proposto per tutte le esigenze e i palati, sia con variazioni di carne o vegetariano.

Clicca qui per avere maggiori informazioni e sui posti limitati per questo esclusivo capodanno!

sabato 26 dicembre 2015

Back2Amy duo a La cantina del duca, Serena Lionetto voce e Andrea Infusino chitarra, 26 12 2015

Serata all'insegna del brit pop acustico con il duo “Back2Amy”, che si esibirà a La cantina del duca a Rende, per il tributo alla grandissima e talentuosa cantante britannica Amy Winehouse. Il progetto duo è formato da Serena Lionetto alla voce e Andrea Infusino alla chitarra e propone i brani della famosa cantante britannica prematuramente scomparsa in veste acustica ricca di sonorità intime e coinvolgenti. La cantina del duca di Rende noto ristorante per la sua cucina e la location raffinatà allieterà i propri ospiti con la musica del duo Back2Amy sabato 26-12-2015.

cantina-del-duca-logo

Per info e prenotazioni: 320 814 3528 https://it-it.facebook.com/lacantina.delduca/

Il repertorio si compone dei brani d'esordio discografico della Winehouse ai successi che ne hanno decretato il riconoscimento delle sue doti nel mondo della musica pop internazionale, riarrangiati con gusto e un sound fra il brit-pop e il jazz. Sulla base di questi generi, che hanno contaminato le composizioni della Winehouse, il duo propone con sensibilità e armonia varie sonorità, grazie ad arrangiamenti del jazz la musica della Winehouse è eseguita con alti momenti vocali e strumentali.
Back2Amy-SerenaLionetto-AndreaInfusino
I dischi di ispirazione della serata saranno Frank o Back to black, che sono rivisitati conservando al meglio il carattere che l'autrice aveva impresso nelle versioni originali: atmosfere intime e armonie innovative, grazie alla splendida voce di Serena Lionetto e alla chitarra, strumento peraltro amato e suonato dalla Winehouse, le sonorità jazz e alle improvvisazioni di Andrea Infusino, chitarrista emergente e stabile in diversi progetti di Jazz e non solo. Ricordando i testi profondi, spigolosi e molodici il duo ricorda la malinconia ed intimità che caratterizzò la vita di Amy Winehouse, oltre a essere una scelta stilistica già condotta dall'omonima cantante durante la sua brillante carriera. Con questo tributo Serena Lionetto e Andrea Infusino voglio portare avanti una musica che non va dimenticata, ancora oggi molto apprezzata, di una giovane e talentuosa cantante ora diventata per sempre una stella.

lunedì 21 dicembre 2015

CiboCrudo: l’olio extravergine di oliva che viene dal cuore

Dare sempre il meglio significa investire se stessi, il proprio tempo e le proprie risorse in nuovi progetti: come quello che ha portato alla prima raccolta di olive CiboCrudo!

olioQuando si parla di salute e di benessere, la fretta di voler fare deve essere a volte messa da parte. Bisogna aspettare il momento giusto prima di introdurre un nuovo prodotto: quello in cui si è del tutto sicuri che la qualità di quello che si propone è massima, come nello stile CiboCrudo.

L’idea di produrre un olio extravergine di oliva spremuto a freddo era nell’aria già da un po’. La novità è la linfa di chi per mestiere ha deciso di spostare l’asticella della qualità ogni volta più in alto.

Si è partiti con la ricerca di un terreno adatto, trovato tre anni fa: 20 ettari, nella zona dell’olio della Sabina Dop, soleggiato ed esposto a Sud, tra Palombara e Marcellina.

L’obiettivo, poter offrire un olio dalla qualità eccellente. L’unico modo per realizzarlo è stato porre attenzione ad ogni passaggio: la potatura è stata realizzata per favorire la crescita delle piante verso l’alto, in modo da consentire loro di prendere più aria e sole e dunque energizzarle; la raccolta delle olive è stata completamente manuale, con il solo aiuto delle macchinette raccoglitrici e si è aspettato il perfetto grado di maturazione, subito dopo che il colore passi dal verde al marrone.

Senza dimenticare poi amore e passione, ingredienti fondamentali della CiboCrudo, messi anche in questa nuova avventura: il proprietario dell’azienda agricola, ad 84 anni, ogni mattina va all’uliveto a “parlare” con le piante, potandole con metodi antichi e con quell’amore che è senza dubbio l’ingrediente in più.

Questo è dunque il contesto in cui nasce l’Olio Extravergine di Oliva CiboCrudo, che racconta una storia, quella della volontà di toccare con mano il benessere, di fare in modo che ogni passaggio sia attento e controllato e risponda al criterio di eccellenza che da sempre l’azienda pone tra le sue necessità: solo il meglio, niente di meno.

Alla base della produzione dell’olio Extra Vergine di Oliva CiboCrudo non c’è un processo industriale, non c’è una logica commerciale. C’è il concetto di stare bene mangiando, di vivere e produrre in armonia con la natura, senza sfruttare ma mettendo a frutto nel modo corretto le meraviglie che la natura ci mette a disposizione.

Una particolarità per far capire ancora di più l’attenzione che la CiboCrudo mette nella produzione del suo Olio Extravergine di Oliva: viene molito ogni sera, entro le 8 ore dal raccolto! Il risultato finale è quello di un olio delicato, con una bassissima acidità di 0,19, in grado di esaltare i sapori, senza mai coprirli.

Un nuovo nato dunque nella famiglia CiboCrudo, da accogliere con curiosità e fiducia!

Per approfondire caratteristiche e benefici dell’Olio Extravergine di Oliva CiboCrudo: https://www.cibocrudo.com/oli-naturali/olio-extravergine-di-oliva-italiano-bio.html

CONTATTI
media@cibocrudo.com
tel. 3346171983

martedì 15 dicembre 2015

Da Flashdance a Masterchef: come cinema e TV hanno cambiato la nostra casa

Sappiamo tutti che i modelli imposti dai mass media influenzano l’abbigliamento, il make-up o le pettinature che ci piacciono, ma avete mai considerato quanto influiscano sui nostri gusti immobiliari? In occasione dei suoi dieci anni di attività, Immobiliare.it (http://www.immobiliare.it), il più importante sito di annunci del settore, ha ripercorso i trend degli scorsi decenni evidenziando come film e TV abbiano spesso determinato le nostre preferenze in termini di case.
Negli anni ’60 le riviste erano la principale fonte di ispirazione e, come ancora oggi si fa quando si va dal parrucchiere con la foto della nostra diva preferita, con le loro pagine in mano si richiedeva ai professionisti di riprodurre gli stessi ambienti.
Arrivarono poi gli anni ’70 e le moltissime serie televisive ambientate in villette singole che diventano loro stesse protagoniste dei set. Cosa sarebbe Happy Days senza la casa dei Cunningham o la Famiglia Bradford se ambientata in un normale condominio? Fu così che anche in Italia scoppiò la passione per le case unifamiliari, magari non gigantesche, ma con un giardino indipendente e localizzate in periferia. Col passare degli anni, però, diventarono sempre più scomode, visto che costringevano i proprietari a lunghi tragitti fra la casa ed il lavoro, e vennero considerate insicure per l’aumentata delinquenza. Oggi rivenderle è spesso un problema e, più che un protagonista di Happy Days, ci si sente di vivere nella Wisteria Lane di Casalinghe disperate!
A partire dagli anni ’80 il cinema prende il sopravvento, generando quelli che sono diventati dei veri e propri modelli dell’architettura, elementi imprescindibili nelle richieste degli acquirenti. Si pensi al ruolo che hanno giocato film come American Gigolò (1980) e Flashdance prima (1983), Ghost poi (1990), nella diffusione dei loft come nuovi spazi abitativi. Vivere in una casa di quel tipo ci avrebbe fatto sentire talentuosi come Jennifer Beals, belli come Richard Gere e amati come Demi Moore e Patrick Swayze. Non avremmo però dovuto richiedere un mutuo per la prima casa: tecnicamente il loft è un locale commerciale e, in virtù di ciò, non ci si può risiedere.
Alla fine degli anni ’90, e la tendenza è ancora oggi più che attuale, la Carrie di Sex and the City ha convinto le donne di mezzo mondo dell’indispensabilità di una cabina armadio gigante in cui ostentare il proprio guardaroba, con buona pace dei compagni che si possono consolare con il garage, sempre più attrezzato e degno delle auto di Fast and Furious.
Ancora seguendo modelli mediatici, negli ultimi anni la cucina, prima ridottissima e quasi sparita dalle case italiane a favore degli angoli cottura, ha assunto dimensioni sempre maggiori diventando un tutt’uno col soggiorno. Per le precedenti generazioni quello in cui si preparava da mangiare era un ambiente da tenere quasi nascosto, ma loro non conoscevano Gordon Ramsey! Il successo di programmi come La prova del cuoco prima e Masterchef poi hanno spinto gli acquirenti a volere cucine belle oltre che funzionali, da esibire come uno status symbol.
«Rispondere a questi nuovi bisogni, o aderire ai nuovi modelli diffusi – afferma l’architetto Giovanni La Varra, dello studio Barreca&La Varra e docente presso l’Università di Udine – porta le persone a perdere il senso della dimensione. Accade sovente che ci venga richiesta a tutti i costi un’isola in cucina o una cabina armadio laddove la planimetria non lascia spazio a queste soluzioni; o, ancora, che si desiderino oggetti visti su un giornale o in tv che materialmente non possono essere inseriti all’interno dell’ambiente a disposizione o che, per la conformazione degli spazi, non avrebbero alcuna funzionalità.»

Quali saranno le nuove tendenze dell’abitare? Il film dell’anno dovrebbe essere Star Wars – il risveglio della forza, pretenderemo forse di vivere in una riproduzione della Millennium Falcon per sentirci come Ian Solo?

CHRISTMAS E…MOTION, ECCO IL FILMATO DI NATALE DI BREDA

Realizzato con la tecnica di animazione stop motion
Anche quest’anno l’azienda dà prova di grande originalità e lancia in rete un messaggio augurale nel quale, per rispondere alla domanda “cosa è l’amore?”, sfilano i valori affettivi e materiali che ognuno di noi vorrebbe custodire grazie alla solidità di un portone sezionale del marchio friulano

SEQUALS (Pordenone) 15 DICEMBRE 2015 – "Che cos'è l'amore?". É la domanda che si pone un bambino, mentre si appresta a incartare i regali di Natale insieme alla famiglia, scoprendo il magico potere della fantasia e delle emozioni. Nasce così in casa Breda, marchio italiano leader dei portoni garage, il dolcissimo filmato di auguri per le prossime feste. 

Christmas E…Motion è una bella storia ambientata nella tipica atmosfera che precede le feste: la luce soffusa illumina il piano di un tavolo sul quale si confezionano gli ultimi regali, la mente di un bambino inizia a giocare con semplicità con un foglio di carta che diventa simbolo di qualcosa da proteggere e tenere al sicuro.

Tra le risate, prendono forma le fantasie di un piccolo sognatore, che è già pronto però a pensare in grande. E allora il foglio di carta diventa un buffo cagnolinol'automobile di papà, la casa con il camino che fuma e, naturalmente, un portone sezionale Breda che accoglie e protegge tutti al proprio interno con la massima sicurezza. Un allegro commento sonoro, una festosa base musicale e un paffuto Babbo Natale completano l'allegro quadretto. 

Realizzato con la tecnica di animazione stop motion dal marketing di Breda, che dà ancora prova di inesauribile creatività, Christmas E...motion è un augurio a trascorrere il Natale con gioia, fantasia e un pensiero sempre positivo rivolto al futuro. 

Ma ora lasciamo spazio al video, buona visione!



CHI È BREDA SISTEMI INDUSTRIALI

Breda Sistemi Industriali, realtà operante nel settore dell’edilizia residenziale e industriale con sede a Sequals in provincia di Pordenone, è tra le prime aziende a livello europeo nella produzione di portoni sezionali, prodotto estremamente funzionale che si distingue dal tradizionale portone basculante. La società friulana può fregiarsi di essere stata la prima ad introdurre sul mercato italiano questo prodotto nel 1986, anno della sua fondazione. La svolta avviene grazie a una serie di importanti investimenti che le consentono di dotarsi di macchinari per l’avvio di un ciclo produttivo completo. Breda Sistemi Industriali oggi è l’indiscusso punto di riferimento del settore a livello nazionale che rappresenta la quota preponderante del fatturato complessivo. Significativa e in costante crescita la quota export nei mercati europei di Austria, Germania, Slovacchia, così come in Turchia, India e Brasile: aree queste ultime, in forte espansione grazie a una richiesta di qualità e di design italiano che Breda soddisfa con competenza e servizio. Per quanto concerne la suddivisione del fatturato per nicchia di mercato, il settore residenziale, rivolto ai privati, rappresenta il 70 per cento del valore totale, mentre il restante 30 per cento va ascritto al settore industriale. Breda Sistemi Industriali, i cui stabilimenti si estendono su una superficie complessiva pari a circa 60mila mq, di cui 16mila coperti, conta in totale di circa 140 dipendenti, 110 nel reparto produttivo ed i restanti nell’area impiegatizia.

Link al video sul canale YouTube Breda 
Per maggiori informazioni sui prodotti Breda, visitate il sito www.bredasys.com

Breda Sistemi Industriali S.p.A. - Portoni Sezionali Evoluti
Via Cecilia Danieli, 2 33090 Sequals - PORDENONE
Tel. +39 0427.939311
Fax. +39 0427.939321
Email breda@bredasys.com
Web www.bredasys.com

Ufficio Stampa - Carter&Bennett
pr@carterandbennett.com + 39 0432.1746101
Laura Menis
menis@carterandbennett.com +39 340.5880897
Francesca Marchesi
marchesi@carterandbennett.com +39 338.2723260

lunedì 14 dicembre 2015

Donne che non te l’aspetti al Teatro Tordinona

Al Teatro Tordinona in via degli Acquasparta, 16 a Roma dal 20 al 22 dicembre 2015 alle ore 21 va in scena “Donne che non te le aspetti”, scritto da Giannalberto Purpi che condivide la regia con Chiara Pavoni.

giovedì 10 dicembre 2015

RC Auto, rallenta il calo dei premi: -2,42% nell’ultimo trimestre

Prezzi medi delle polizze auto sempre in calo, ma meno che in passato: se nelle ultime rilevazioni dell’Osservatorio RC Auto dei portali Facile.it (http://www.facile.it/assicurazioni.html) e Assicurazione.it erano state registrate delle contrazioni  dei prezzi a doppia cifra, nell’ultima analisi - relativa a novembre 2015 - la diminuzione trimestrale delle polizze RC auto è rallentata e si ferma al -2,42%. A novembre il prezzo medio delle polizze assicurative è stato pari a 512,40 euro, cifra che è comunque inferiore del 18,41% rispetto a quella pagata un anno fa.
Lo studio, consultabile integralmente al link http://www.facile.it/assicurazioni/osservatorio/rc-auto-italia.html, è stato effettuato controllando e confrontando i prezzi praticati dalle compagnie assicurative italiane e i preventivi degli utenti.
«Appare fisiologico il rallentamento dei ritmi che finora il calo dei costi per l’RC auto aveva tenuto – afferma Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di www.facile.it ma siamo ancora lontani dall’inversione di tendenza. Per i primi mesi del 2016 è probabile che il trend dei prezzi al ribasso prosegua e rimanga percepibile per le famiglie italiane. Da un lato, infatti, raccoglieremo i frutti dei benefici che sta comportando l’introduzione del tagliando elettronico; dall’altro il sempre maggior ricorso alle scatole nere, soprattutto al Sud, consentirà alle compagnie di continuare a proporre prezzi competitivi e condizioni vantaggiose».
Le garanzie accessorie
Cresce ancora il numero di persone che in Italia sceglie di aggiungere alla propria RC auto la garanzia accessoria dell’assistenza stradale: se a maggio la inseriva nel proprio preventivo il 31,62% degli utenti, a novembre la percentuale è salita al 33,07%. La tutela in caso di infortuni al conducente arriva seconda nelle preferenze con il 22,71%, seguita ormai a stretto giro da quella per la tutela legale per cui l’interesse è passato dal 19,7% dello scorso semestre, all’attuale 22,4%. Scema anche il ricorso alla copertura contro furto e incendio, ora quarta per numero di preferenze con il 10,58% dei preventivi in cui è stata considerata.
Le variazioni regionali

Il rallentamento della discesa dei prezzi ha coinvolto le regioni in modo diverso. In Toscana e in Basilicata il calo trimestrale è rimasto vicino allo zero, con percentuali rispettivamente pari al -0,16% e al -0,52%. L’Umbria, invece, è l’unica dove i costi dell’RC auto sono aumentati negli ultimi tre mesi (+2,33%), anche se il calo annuo resta anche qui a doppia cifra (-12,05%). A detenere il primato delle polizze più elevate è sempre la Campania con un premio medio pari a 817,45 euro, sceso soltanto dell’1,23% negli ultimi tre mesi ma comunque più basso del 34,58% rispetto a novembre 2014. Calabria e Puglia continuano a occupare il resto del podio con premi pari rispettivamente a 632,07 euro e 627,88 euro. La Valle d’Aosta ha registrato il calo trimestrale maggiore (-11,92%) classificandosi come quella in assoluto più conveniente: qui i premi medi di novembre sono stati pari a 311,79 euro. Le altre due regioni in cui gli assicurati spendono meno sono ancora il Friuli Venezia Giulia (354,16) e il Trentino Alto Adige (363,51). 

lunedì 7 dicembre 2015

HANNO PAURA DI QUESTO VIDEO!!! LO CANCELLANO DA INTERNET!!!

FATE GIRARE PLEASE !!! 



FATE GIRARE PLEASE !!!



LA CAMPAGNA ... " Diamo a Noi Stessi "



La ” NOSTRA ” Sopravvivenza



perchè ? ... Perchè ? ... PERCHE' ? ... perchè dobbiamo dare SEMPRE questi maledetti ... " 2 EURO " ... in OFFERTA !!! ... perchè ??? ...

... Ohhhh !!! ... ai preti & Co !!! ... SOPRATTUTTO ! ... ai preti !!! ... e ... Co. ! ... Vista L'ATTUALITA' ! ... FATTA di ...



AMMANCHI ! ... RUBERIE ! ... PREDAZIONI ! ... che IO ! ... so ! ... da CINQUANTANNI !!! ... e ... TUTTI !!! ... sulle vostre ... COMMISEREVOLI OFFERTE !!! ... o ... ancor peggio ! ... su TUTTI i vostri ... LASCITI ! ... commiserevoli ... e ... FALSI ! ... amen



Aderite TUTTI alla CAMPAGNA ... " Diamo a Noi Stessi " ... e ... SOLO ! ... a NOI stessi ...



To Be Continued .......



https://youtu.be/NJUS9Gck_8c



https://romybeat.wordpress.com/2015/12/03/campagna-diamo-a-noi-stessi/

https://romybeat.wordpress.com/2015/10/23/la-nostra-sopravvivenza/



#perchè_2EURO

#2EURO

#Perchè_ai_preti

#Diamo_a_Noi_Stessi









domenica 6 dicembre 2015

“Scarpette rosse” al Teatro Rossini di Pesaro

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno con il suo Recital al Teatro Rossini, la Compagnia Babilonia, diretta dalla regista e attrice Paola Turci, ripropone alla città di Pesaro sullo stesso prestigioso palcoscenico un nuovo spettacolo per il giorno 8 dicembre alle ore 21:15.

sabato 5 dicembre 2015

Il Cantico della Natura tra le Eccellenze Italiane

Alessandro Cecchi Paone ha presentato nella splendida sala della Regina a Palazzo Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, il volume 100 Eccellenze Italiane che riunisce le 100 eccellenze del nostro paese nei diversi settori. La presentazione del libro ha coinciso con la premiazione delle 100 aziende selezionate da un comitato tecnico scientifico composto da personaggi di spicco negli ambiti socioeconomici e culturali del Paese. Nel settore agriturismi la struttura selezionata come eccellenza è l'Eco Resort umbro di Magione.

Il Cantico della Natura, MagioneL'Eco Resort e agriturismo biologico umbro Il Cantico della Natura è stato inserito tra le 100 eccellenze italiane sulla base di una selezione di merito definita da un comitato scientifico composto d personaggi di spicco.

Eccellenze in ogni campo che tratteggiano il profilo di un’identità nazionale, espressione di secolari tradizioni, di uno stile di vita che si appassiona da secoli alla bellezza.
La selezione ha fatto emergere un tessuto ricchissimo di rappresentanti che portano con sé un patrimonio immateriale, traino di interi comparti.

Eccellenze riunite in un volume prestigioso Cento storie di eccellenza, cento storie italiane: è questo il contenuto del volume edito da Riccardo Dell’Anna Editore che racconta, questa volta, il successo dell’Italia contemporanea, individuato per settori e categorie, ruotando attorno al numero cento. Il risultato è una galleria su carta di oltre mille personaggi, marchi, aziende ed enti in cui, idealmente, ci si può riconoscere e da cui ci si deve lasciar ispirare.

100 eccellenze italianeAi 100 protagonisti tra cui Il Cantico della Natura gestito con attenzione dalla famiglia Micci, viene, quindi, dedicato lo spazio di un racconto della loro storia, una descrizione che narra di un successo e delle sue radici, di creatività e studio, e approfondimento.

Il prestigioso riconoscimento alla struttura umbra si aggiunge alla nomina da parte di Trivago tra le 10 strutture più romantiche d'Europa (unica in italia) e da valore ad un percorso di impegno e qualità che dura dal 2003.

Il volume sarà distribuito in tutte le migliori librerie, negli Hotel 5stelle Lux, nei Golf Club, negli aeroporti, in alcuni Paesi d’Europa.

Vista la vicinanza delle vacanze natalizie, non lasciatevi sfuggire la possibilità di trascorrere giornate serene vicino al lago Trasimeno, nella favolosa Umbria presso l'eccellenza italiana Il Cantico della Natura!

www.ilcanticodellanatura.it - info@ilcanticodellanatura.it tel 075-841454

giovedì 3 dicembre 2015

Feste in casa vacanza: +20% la domanda, +25% l’offerta di immobili in affitto nelle località montane

Anche per le festività natalizie le case vacanza si confermano molto amate dagli italiani: secondo le analisi del portale Casevacanza.it (http://www.casevacanza.it), partner di Immobiliare.it e leader in Italia per gli affitti turistici, la domanda di queste strutture ricettive è cresciuta di circa il 20% rispetto al Natale 2014. Il dato fa il paio con un forte aumento dell’offerta, cresciuta mediamente del 25% nelle destinazioni montane, vere protagoniste del turismo di fine anno.  
La casa più ambita. L’offerta turistica si amplia e per l’italiano in vacanza vi è maggiore possibilità di scelta. Secondo i calcoli del portale, i volumi di ricerca maggiori si orientano verso immobili di dimensioni medie, per famiglie o piccoli gruppi, siti in località di relax o comunque comode per gli accessi alle piste e agli impianti sciistici. Pur essendoci una buona fetta di clientela che ambisce al lusso anche in casa vacanza, resta la volontà di risparmiare, e si preferisce la casa vacanza all’hotel in primis per tagliare sui costi. Mediamente, affittare una casa in montagna durante la stagione sciistica consente un risparmio medio del 35% rispetto ad un hotel di pari livello.
Ma dove andranno gli Italiani durante le festività? Stando alle rilevazioni del portale – che ha monitorato tanto le ricerche quanto le prenotazioni effettuate per il periodo compreso tra il 21 dicembre e il 10 gennaio – le prime tre mete scelte per trascorrere le feste di dicembre e gennaio sono Livigno (in provincia di Sondrio), Cortina d'Ampezzo (in provincia di Belluno) e Ponte di Legno (in provincia di Brescia). Località, queste, contraddistinte da una netta differenza di prezzo: se per alloggiare a Cortina non bisogna badare a spese (una casa vacanza con quattro posti letto, nel periodo considerato, costa mediamente 190 euro a notte – che però salgono anche oltre i 300 a ridosso di San Silvestro), si spende molto meno (solo 70 euro) per Ponte di Legno, in Val Camonica.
Seguono, poi, tre località del Trentino Alto Adige: Andalo, Folgaria e Pinzolo. Per tutte e tre si rileva una generale stabilità tanto dei prezzi quanto delle prenotazioni rispetto all’inizio della stagione sciistica dell’anno passato.
Scorrendo la classifica complessiva delle prenotazioni si rileva una maggiore concentrazione delle richieste in Trentino Alto Adige, Lombardia e Valle d’Aosta: le tre regioni raccolgono, complessivamente, il 55% di tutte le prenotazioni al momento registrate. Non manca, però, l’interesse degli italiani nei confronti del Centro Italia. In Abruzzo richiestissime sono Roccaraso e Ovindoli, mentre l’unica città d’arte presente tra le 20 località più prenotate è Roma.
A livello provinciale, a vincere la sfida è Trento, i cui comuni, complessivamente, raccolgono oltre il 20% delle prenotazioni. La seguono a distanza Aosta (12%) e Sondrio (11%).
Al momento quasi il 60% delle prenotazioni è stato effettuato per la settimana di Capodanno: è probabile quindi che chi è intenzionato a partire per l’Epifania stia aspettando ancora qualche giorno per poter sfruttare le offerte last minute, ricorrenti anche per questo tipo di struttura ricettiva e non solo per il settore alberghiero.
«Il comparto turistico montano è uno dei più significativi del nostro Paese ha dichiarato Francesco Lorenzani, Amministratore Delegato di Feries srl, proprietaria di Casevacanza.it. – Gli ultimi dati dell’Osservatorio turistico della montagna hanno rivelato un fatturato complessivo pari al’11,5% del sistema turistico nazionale. In questa ampia fetta, il settore degli alloggi extra alberghieri ha ormai assunto una rilevanza notevole: le case vacanza sono sempre più amate e non a caso registriamo una leggera crescita dei prezzi, pari al 5-7%.»

mercoledì 2 dicembre 2015

PrendoPosta.it cerca a Roma operatori "delegati" e attività commerciali per il ritiro

PrendoPosta.it sta cercando a Roma operatori che delegati possano ritirare raccomandate e consegnarle in attività commerciali vicine dove il cliente le possa ritirare senza code e senza problemi di orario

basta-code-PrendoPostaPrendoPosta.it, azienda recentemente premiata da Laura Boldrini, presidente della Camera, e Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma, entra nel vivo della sua attività: cerca operatori e attività commerciali. Non ti sei ancora offerto? Forse non ti sono chiare le potenzialità e la portata di questa nuova attività: guadagnare offrendo i servizi Prendoposta.

Il postino ti ha portato una raccomandata ma non c'eri, la mattina lavori. Ti ha lasciato nella cassetta delle lettera la cartolina per andare a ritirala. L'ufficio postale per il ritiro è lontano da dove abiti, senza parcheggio e con orari a te non consoni. In ogni caso non hai tempo per fare la coda necessaria e non hai parenti/amici a cui poter delegare il ritiro.

Magari esistesse un servizio dove si possa delegare un operatore di fiducia (pick up operator) che riti e porti la raccomandata nell'attività sotto casa tua (pick up point), quella dove ogni sera che rientri a casa passi a prendere ...

Il servizio esiste: PrendoPosta.it!
Partirà a gennaio a Roma.
Proponiti subito come operatore (pick up operator) e proponi la tua attività (pick up point)!

PrendoPosta.it offre ai pick up operator la possibilità di entrare in contatto con i pick up point, la possibilità di entrare in contatto con i clienti che necessitano il ritiro e la possibilità di essere pagati on line. Nessun abbonamento è richiesto. PrendoPosta.it prenderà solo una piccola quota per ogni ritiro effettuato. Il pick up operator può scegliere i giorni, gli orari, i pick up point e la zona in cui operare. Può lavorare quindi in totale autonomia, utilizzando la piattaforma PrendoPosta.it per ottimizzare le scelte e aumentare i propri guadagni.
Le attività commerciali su strada possono candidarsi come pick up point. Sono aperte le iscrizioni per tabaccherie, edicole, cartolerie, librerie e Caf che vogliano arrotondare le proprie entrate e aumentare la propria clientela offendo il servizio di deposito di avvisi di giacenza e raccomandate. Anche in questo caso la registrazione è gratuita e le attività commerciali saranno contattate per completare il proprio profilo. La loro attività sarà quindi inserita nel circuito Prendo Posta
(da Avvenire).

PrendoPosta.it
Ritira le raccomandate senza code e senza problemi di orario!

martedì 1 dicembre 2015

Luci dell’albero, pentola a pressione, riscaldamento & co.: come risparmiare fino al 22% sulla bolletta

A Natale, si sa, siamo tutti più buoni, ma perché non essere anche più… furbi? Facile.it (http://www.facile.it/energia-luce-gas.html), principale comparatore italiano del settore energia, ha messo a punto un breve vademecum che, senza farci rinunciare alla magia delle feste, può consentire ad ogni famiglia italiana di risparmiare, complessivamente, oltre il 20% dei costi della bolletta di questo periodo festivo.
1)     Si parte dai simboli della tradizione natalizia: albero e presepe. L’uno come l’altro, e persino i balconi esterni, sono spesso abbelliti da molte luci che nel corso degli anni hanno assunto meccanismi sempre più complicati. Per il bene delle nostre tasche, ormai in ogni casa queste illuminazioni sfruttano la tecnologia led, ma il dubbio sorge quando si vuole scegliere se tenerle accese sfruttando l’intermittenza o no. Sappiate che, secondo quanto calcolato da Facile.it, sfruttare la versione alternata vi può far risparmiare fino al 40% di questa spesa, e anche di più se spegnete le luci durante la notte.
2)     Natale vuol dire anche grandi riunioni familiari. È facile ipotizzare che nei giorni delle feste saremo in tanti in casa e, per questo, potremo tranquillamente permetterci di abbassare la temperatura di qualche grado senza soffrire il freddo. Impostare il termostato a soli tre gradi in meno rispetto al solito ci consentirà di risparmiare il 10% del costo del riscaldamento fra la Vigilia e l’Epifania.
3)     Grandi riunioni e… grandi mangiate. Anche se ciascuno di noi è pronto a giurare che quest’anno non lo farà, finiremo comunque a mangiare più del solito e del necessario. Prima di arrivare in tavola, però, i piatti vanno cotti e anche in questo caso risparmiare è piuttosto facile. Dato che passeremo fra le mura domestiche molte ore, se dobbiamo scongelare meglio farlo naturalmente e non con l’ausilio del forno a microonde che, invece, andrà preferito se si tratta solo di riscaldare qualcosa cotto in precedenza; fatelo e arriverete a risparmiare il 13%.
4)     Prendete l’abitudine di usare la piccola tecnologia da cucina. Non parliamo di invenzioni futuristiche, ma di quegli strumenti che, ironia della sorte, magari vi hanno regalato proprio qualche Natale fa e voi avete rinchiuso in un mobile. Pentola a pressione e vaporiera, ad esempio, possono ridurre del 66% il consumo di gas necessario a cucinare lo stesso piatto e il medesimo risparmio si ha, questa volta in termini di elettricità, se si cucinano nel forno più cose in contemporanea.

5)     Alcuni lo hanno definito il nuovo focolare domestico ed è certo che il televisore sia spesso il catalizzatore dell’attenzione di molti pranzi di Natale. Il consiglio di Facile.it, in questo caso, è di spegnerlo mentre si è a tavola con la famiglia: in termini economici risparmierete poco più di 3 euro, ma in termini di rapporti familiari sarà di certo un grande guadagno!

Il presidente della Camera Laura Boldrini premia PrendoPosta.it al Tempio di Adriano in Roma

PrendoPosta.it riceve il "Premio Idea Innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile" istituito dalla Camera di commercio di Roma, in collaborazione con il suo Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile.

Laura Boldrini e Lorenzo Tagliaferri premiano Elena Maria Scopelliti, PrendoPosta.itLaura Boldrini, presidente della Camera, era l'ospite d'onore dell'evento di premiazione relativo alla quarta edizione del bando M'illumino d'impresa - Premio Idea Innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile indetto dalla Camera di Commercio di Roma in collaborazione con il suo Comitato per la Promozione dell'Imprenditorialità Femminile.

La cerimonia si è svolta a Roma nella prestigiosa cornice del Tempio di Adriano. I premi sono stati consegnati congiuntamente da Laura Boldrini e Lorenzo Tagliaferri, presidente della Camera di Commercio di Roma, alle seguenti cinque imprenditrici delle relative neo realtà aziendali:

  • Laura Raccah per il progetto Ciao
  • Laura Amendolagine per Make up on line
  • Elena Maria Scopelliti per PrendoPosta.it
  • Imma Puzio per Ristomondo e Simona Berardi
  • Carla Armillei per Sensum Lab

Si sottoline il seguente passaggio nell'intervento di Laura Boldini citato nell'articolo di Maurizio Carucci sull'Avvenire: "Il lavoro è chiave di svolta per l'essere umano e in particolare per la donna: quando una donna lavora può decidere di liberarsi dalla violenza. Senza lavoro quella donna non può essere mai libera".

PrendoPosta.it, forte di questo importantissimo riconoscimento, continua, puntuale nella sua time line, il percorso che vedrà l’erogazione dei servizi di Pick up legato ai point per il ritiro delle raccomandate a gennaio su Roma. Sta infatti lanciando la call per la ricerca di operatori sul territorio e di attività ed esercizi commerciali da inserire nella sua piattaforma.

PrendoPosta.it
info (at) prendoposta.it
Elena Maria Scopelliti

lunedì 30 novembre 2015

Mutui, cresce dell’8% l’erogato medio. Parità tra l’importo richiesto e quello concesso

Continua il buon momento dei mutui in Italia e a determinare questa situazione sono principalmente i tassi d’interesse ai minimi e i prezzi del mattone in calo in tutto il Paese; secondo l’Osservatorio sui mutui dei portali Mutui.it e Facile.it nello scorso semestre il finanziamento medio concesso è stato pari a circa 123.000 euro, il 2,4% in più rispetto alla rilevazione di sei mesi fa e l’8% in più rispetto ad un anno fa.
Mutui.it (http://www.mutui.it) e Facile.it (http://www.facile.it/mutui-prima-casa.html) hanno analizzato le domande di mutuo e le erogazioni registrate nel periodo compreso tra maggio e ottobre 2015: i risultati rivelano un sostanziale livellamento tra la cifra che si richiede e quella che poi si riesce effettivamente ad ottenere dalle banche. Complice una maggiore maturità degli italiani alle prese con i finanziamenti – si richiedono somme in linea con i propri livelli di reddito e proporzionali al valore dell’immobile – e una maggiore disponibilità delle banche a concedere i prestiti, per la prima volta si è colmato questo divario.
Come conseguenza di ciò il loan to value medio, vale a dire la percentuale erogata in rapporto al valore dell’immobile da comprare, è salito ancora: tornato oltre la soglia “psicologica” del 50% sei mesi fa, è ora al 56,4%. Stabili rispetto maggio scorso sia l’età media del mutuatario (40 anni) sia la durata del mutuo erogato (21 anni). Si rafforza, rispetto al semestre precedente, la predilezione per i mutui a tasso fisso: le domande di finanziamento di questo tipo salgono al 64,3%, mentre il variabile raccoglie circa il 32% di tutte le domande.
«I segnali di risveglio del comparto sono evidenti – spiega Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di Facile.ite anche Bankitalia ha parlato recentemente di un aumento complessivo dei flussi delle erogazioni. Da più parti vi è la percezione che il calo generalizzato dei prezzi del mattone stia ormai esaurendo la sua corsa: chi vuole investire sa che deve farlo adesso, per garantirsi indici e spread davvero vantaggiosi. Discorso molto simile, questo, per lo strumento della surroga: attualmente registriamo numerose domande soprattutto da cittadini che hanno sottoscritto mutui poco tempo fa, a tassi ben più onerosi. Non mancano, addirittura, “surroghe di surroghe”, richieste di sostituire finanziamenti già rinegoziati in passato: è un fenomeno di nicchia, ma che comunque comincia ad emergere in modo chiaro».
Ma come si divide la torta delle erogazioni? La finalità più ricorrente è ancora la surroga: in aumento esponenziale già nel semestre precedente, erogazioni di questo tipo sono raddoppiate rispetto alla rilevazione del maggio scorso (+96%). Complessivamente, le surroghe rappresentano il 59% di tutte le erogazioni del semestre. A seguire, i mutui prima casa (finalità relativa al 29% delle erogazioni).
Il mutuo prima casa

Il quadro di richieste ed erogazioni di finanziamenti prima casa differisce parzialmente dalla situazione generale: la domanda è in crescita, e anche le banche stanno concedendo crediti; nel dettaglio, il numero delle erogazioni è cresciuto dell’11% in sei mesi, mentre è rimasto stabile l’importo medio erogato (circa 125.000 euro, come sei mesi fa). Si registra ancora un leggero divario tra richiesta ed erogazione (i due numeri adesso divergono del 1,4%), mentre è aumentata la percentuale finanziata: il LTV è del 66%. 

CiboCrudo: la community del crudo

Per cambiare le cose ci vuole un insieme di persone che credano in un’idea. Vivere in salute mangiando in modo naturale: l’idea forte con cui CiboCrudo vuole nel suo piccolo cambiare le cose

CiboCrudo socialGhandi diceva: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Troppo spesso siamo portati a pensare che la volontà di pochi non possa portare ad una modifica in senso positivo dello stato delle cose.

C’è anche però chi, come Annamatilde Baiano fondatrice della CiboCrudo – www.cibocrudo.com – crede che informazione, condivisione ed esperienze possano creare quella base comune per fare dei piccoli passi verso il cambiamento: verso la consapevolezza che stare bene si può, se solo si torna a mangiare in modo naturale, 100% vegetale e 80% crudo.

Annamatilde non indossa dunque solo i panni dell’imprenditrice, ma anche di chi ha voluto creare una community legata all’azienda CiboCrudo in grado di essere un punto di riferimento per tutti colori che vogliono sapere di più su ciò che mangiano, su come stare meglio, su come intraprendere e portare avanti un percorso di modifica delle proprie abitudini, per prima cosa a tavola, che possa migliorare la vita di ogni giorno, ma anche, su larga scala, quella del Pianeta. Si fa infatti un gran parlare di sostenibilità, ma ci si dimentica poi di sottolineare quanto la produzione industriale dei cibi e la lavorazione di carne e derivati vada ad incidere sulla salute della Terra.

Fare del bene a se stessi dunque in questo caso, significa anche fare del bene agli altri.

Ecco perché CiboCrudo non è solo un ecommerce in grado di fornire i migliori prodotti crudi in circolazione e neppure solamente una rete di rivenditori sul territorio italiano, ma anche una comunità attiva giorno dopo giorno: negli account social – facebook, google+, twitter, instagram -, all’interno del sito e nel blog CiboCrudo Journal - https://www.cibocrudo.com/blog/ - vengono pubblicate quotidianamente informazioni utili per la salute, ricette per sperimentare nuovi piatti, testimonianze di chi ha ritrovato il benessere cambiando alimentazione.

CiboCrudo è tutto un mondo, un mondo nuovo.

sabato 28 novembre 2015

In che cosa consiste il riscaldamento a pellet? In linea di massima, quali sono nel modo che parti componenti delle stufe a pellet? Come si adopera una stufa a pellet?

Funzionamento delle stufe a pellet

Oggi esiste la possibilità di scegliere tra diversi sistemi di riscaldamento casa . L'uso del combustibile e la resa termica, ovvero la capacità di riscaldamento vera e propria determinano quindi le differenze tra i vari impianti di riscaldamento.

IL PELLET QUESTO SCONOSCIUTO

La radice da cui proviene il pellet è la lavorazione del legno stesso . I famosi pezzetti di pellet sono il risultato finale di una particolare lavorazione della segatura congiuntamente alla lignina, essi vengono essiccati e pressati per poi formare appunto i pellets.
  Il pellet, pertanto, non ha alcun elemento nocivo o tossico, per questo motivo, insieme alla legna è considerato tra i metodi più ecologici per riscaldare gli ambienti. Puoi utilizzare il pellet dentro la tua casa anche se non esiste di fatto un alloggio per la legna.

Il pellet ha il grande vantaggio di riscaldare gli ambienti con una resa termica maggiore del 90% circa rispetto a qualsiasi altro sistema di riscaldamento oggi in circolazione. Ovviamente in commercio esistono diverse tipologie di pellet in base a durezza, dimensione e resa termica

PER QUALE RAGIONE ACQUISTARE UNA SINGOLA STUFA A PELLET?

Le stufe o i camini possono utilizzare il pellet liquido o solido. I combustibili di tipo solido, tipo quello per le stufe a legna, utilizzano di meno dell'80% del loro rendimento e questo è dovuto dal fatto il quale restano in contatto con l'aria soltanto per una singola parte, viceversa l'altra nasce resta fuori, provocando uno sperpero di temperatura inutile.
Come spiegato in questo articolo sulle stufe a pellet, raccomandazione importante nella scelta della legna perchè non deve mai essere più piccola dei limiti consentiti, come per esempio la segatura, perchè questo bloccherebbe i bruciatori, oltre a determinare un maggiore utilizzo inteso come quantità di legna da ardere.
Grazie alla pressurizzazione del pellet, è possibile replicare l'utilizzo della legna sia per compattezza che per la consistenza.

LA COMPOSIZIONE DI UNA STUFA A PELLET

Una singola stufa verso pellet dicono che sia formata dai seguenti elementi: un serbatoio su il pellet; uno divisione il quale emana l'aria su la combustione; scambiatori di calore; un estrattore vittoria gas; un focolare vittoria combustione; una coclea, meglio nota come vite di Archimede un ventilatore/convettore; un tagliafiamma; un raccoglicenere; uno sportello; una singola solidità per l'accensione automatica;

Stufe a pellet: a chi rivolgersi online

Oggi c'è davvero una capillare presenza di rivenditori di stufe a pellet, neppure solamente come negozi fisici ma addirittura in internet esistono tanti rivenditori.
Prima, voglio premettere che sui siti dei produttori di stufe non è possibile comprare ma soltanto visionare il catalogo online. Ecco le marche di stufe a pellet che puoi trovare in rete: - Piazzetta - Klover - Phebo - Cadel - Nordica Extraflame - Thermorossi - Calux - Vulcania - Clementi - Tecnocover - Ravelli - Palazzetti

Sapersi muovere tra i vari rivenditori di stufe

Oggi ci sono molti siti che vendono stufe a pellet, per questo motivo ho fatto una bella selezione dei migliori confrontando nel modo che recensioni dei consumatori trovati nel web per offrirti subito i siti più conosciuti: - Edil Flagiello , il più conosciuto, oltre ad avere le stufe migliori a prezzi convenienti gode di un'assistenza clienti davvero eccellente. - Amazon , le persone pensano che sia forse il sito di e-commerce online più famoso del mondo, trovi molte stufe e termostufe di ogni prezzo , il principale vantaggio sta nella spedizione e nella garanzia di rimborso o nuovo prodotto se si dovesse verificare qualsiasi problema. - Ebay , il secondo sito più famoso con recensioni ed opinioni dei clienti su questo sito potrai verificare direttamente l'affidabilità del venditore semplicemente leggendo le opinioni ed i feedback lasciati da chi ha comprato prima di te.

mercoledì 25 novembre 2015

Accessori per sistemi oleodinamici: la gamma di prodotti Elesa

Prestazioni di alto livello, affidabilità e resistenza anche alle condizioni più difficili: queste sono solo alcune delle caratteristiche che rendono gli accessori per sistemi oleodinamici di Elesa una garanzia. In particolare, la gamma si compone di tappi e indicatori di livello. Vediamo nel dettaglio questi prodotti.

Indicatore di livello a colonna HCK-GLMonza, 24 novembre 2015 – I settori dell'oleodinamica e dell'idraulica hanno bisogno di accessori performanti, in grado di garantire prestazioni di alto livello. A tal proposito, Elesa mette a disposizione dei propri clienti una gamma diversificata di indicatori di livello, anche a colonna, spie e tappi sfiato. I sistemi oleodinamici sono sempre più sofisticati e richiedono componenti che effettuino misurazioni precise e facilmente leggibili.

Gli indicatori di livello sono indispensabili per rilevare a colpo d’occhio, il livello di liquido / olio all’interno di un serbatoio. Fanno parte di questa famiglia le spie a cupola appartenenti alla serie HCFE. / HCFE-C anche nella versione ATEX per impiego negli ambienti a rischio di esplosione. A questi si aggiunge una ricca gamma di indicatori di livello realizzati in diversi materiali, tecnopolimero, alluminio, ottone, acciaio INOX con o senza mostrina e con visiera per la lettura dell’olio in tecnopolimero trasparente (serie HGFT. – GN 744 – HRT.) o in vetro (serie GN 743 – GN 743.1 – GN 743.2 – GN 743.3 – GN 743.5 – GN 743.6 – GN 743.7 – GN 743.8), la cui conformazione può essere lenticolare oppure prismatica, che, per effetto della rifrazione sui prismi, fornisce una lettura netta del livello di olio contenuto nel serbatoio (serie HGFT-PR – HGFT-HT-PR – GN 744).

Tra i prodotti per cui Elesa rappresenta un punto di riferimento, ci sono gli indicatori di livello a colonna delle serie HCX., HCZ. e HCK. Gli indicatori di livello a colonna HCX., sono realizzati in tecnopolimero trasparente a base poliammidica. L’indicatore presenta un’alta resistenza ai solventi e più in generale agli oli additivati, oppure a sostanze come idrocarburi alifatici e aromatici, benzine, nafta e esteri fosforici.

Per gli usi con fluidi contenenti alcool, Elesa presenta la versione HCX-AR. L’indicatore di livello HCX. è disponibile nelle esecuzioni standard con o senza termometro incorporato e con mostrina di contrasto in alluminio. L’effetto lenticolare del materiale plastico trasparente garantisce un’ottima visibilità del livello oltre ad una lettura della temperatura anche da posizioni laterali. Il corpo dell’indicatore è assemblato con procedimento di saldatura ad ultrasuoni che garantisce una perfetta tenuta, assicurata da controllo elettronico al 100% in produzione. Inoltre su ciascun pezzo viene inciso a laser un numero di matricola progressivo per la rintracciabilità del prodotto.

La famiglia degli indicatori a colonna HCX. è molto ampia: sfogliando il catalogo online sul sito www.elesa.com è possibile avere maggiori informazioni su ogni singola esecuzione del prodotto.

Gli indicatori della famiglia HCZ., sono realizzati in tecnopolimero trasparente a base poliammidica con mostrina in alluminio laccato, colore bianco, alloggiata nella parte posteriore esterna dell’indicatore, non a contatto diretto con il fluido e quindi non soggetta al fenomeno di ingiallimento. Sono disponibili nelle versioni con o senza armatura di protezione realizzata in SUPER-Tecnopolimero a base poliammidica e con o senza termometro incorporato. L’armatura di protezione è stata studiata per scaricare gli urti direttamente sulla superficie di montaggio preservando la struttura dell’indicatore. Test di laboratorio hanno provato l’efficacia della protezione nel salvaguardare l’indicatore.

Gli indicatori a colonna della serie HCK. si compongono da un’armatura di base in alluminio in colore naturale, una visiera di livello a colonna (tubo) in policarbonato che garantisce un’ottima visibilità del livello del fluido anche da posizioni laterali e da una protezione frontale trasparente contro gli urti accidentali in policarbonato. Test di laboratorio dimostrano l’effettiva resistenza agli urti accidentali della protezione che risulta anche facilmente estraibile consentendo le operazioni di pulizia in maniera molto agevole.

Il nuovo indicatore HCK-GL con tubo trasparente in vetro PYREX®*, è particolarmente adatto anche per utilizzo con soluzioni aggressive contenenti glicole, largamente utilizzate nei sistemi di raffreddamento o in contesti applicativi a basse temperature per evitare il congelamento del liquido.

Questo indicatore di livello è stato recentemente premiato come miglior prodotto all’interno della categoria strumenti di misurazione e sensori presso “HaPeS”, la Fiera internazionale di Idraulica, Pneumatica, Sistemi di Comando e di Trasmissione, tenutasi a fine ottobre a Katowice, in Polonia. Inoltre, per le serie HCK. e HCK-GL è disponibile il kit (SLCK) per il controllo elettrico del livello di un fluido.

Infine, completano la gamma degli accessori per sistemi oleodinamici i tappi sfiato. Nel catalogo Elesa sono presenti tappi sfiato in plastica o in acciaio, con diverse caratteristiche. In particolare, spiccano i tappi sfiato con filtro e paraspruzzi della serie SFP.: realizzati in tecnopolimero a base poliammidica, sono resistenti a solventi, oli, grassi ed altri agenti chimici aggressivi. La guarnizione di tenuta è costituita da una rondella piana in gomma sintetica NBR., mentre il diaframma paraspruzzi è in tecnopolimero. Sono disponibili le versioni senza filtro d’aria o con filtro “tech-foam” in schiuma di poliuretano reticolata o “tech-fil” in filo di acciaio zincato pressato per due diverse finezze di filtrazione.

Concludiamo la nostra rassegna con i tappi sfiato pressurizzati a doppia valvola della serie SFW., che consentono una chiusura dei serbatoi in maniera tale da mantenere costante la pressione dell'aria al loro interno ed evitare la deformazione delle pareti del serbatoio stesso. Inoltre, è presente nel catalogo anche la versione SFW-VP caratterizzata in aggiunta da un dispositivo antivandalismo “Vandal-proof”.

La gamma di accessori per sistemi oleodinamici di Elesa, come abbiamo visto, è adatta alle applicazioni più disparate e garantisce in ogni circostanza di impiego grande affidabilità.